I soldi di Gerasimenko non sono arrivati a Torino: ora i piemontesi rischiano il fallimento

Home Serie A News

Sono giornate frenetiche in casa Fiat Torino. Dmitry Gerasimenko, chiamato all’ultimo secondo dall’amministratore delegato Massimo Feira per salvare la società, avrebbe dovuto ratificare un bonifico di circa 450mila euro per saldare i debiti e chiudere la stagione.

Il problema è che, al momento, e forse per sempre, il magnate ucraino non ha fatto arrivare un centesimo in Italia, come riportato da Tuttosport. Perciò, se non si dovesse trovare 1.2 milioni di euro entro un paio di giorni, tre al massimo, l’Auxilium si vedrà costretta a dichiarare fallimento.

Decisivo sarà l’incontro di martedì con la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. I gialloblu si augurano di poter salvare la squadra anche grazie ad un intervento statale.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.