I Warriors deridono Charles Barkley dopo la consegna degli anelli

NBA News

 

Il titolo NBA 2014-15 è stato conquistato lo scorso Giugno, ma il tutto è stato reso ufficiale da parte dei Golden State Warriors solo la scorsa notte, con la consegna degli anelli e l’affissione del banner all’interno della Oracle Arena.

I Warriors si stanno togliendo parecchi sassolini dalle scarpe ultimamente, ultima la chiara risposta di Andrew Bogut ai Los Angeles Clippers, proprio durante la cerimonia di consegna degli anelli. I campioni in carica ne hanno avuto anche per Charles Barkley, leggenda della NBA e ora opinionista per TNT insieme all’amico-rivale Shaq. Sir Charles ha più volte sottolineato come le squadre che si affidano troppo al tiro, come i Warriors appunto, non danno mai fiducia ed è difficile che ottengano dei risultati importanti. In particolare l’ex Suns e Sixers ha dichiarato prima della scorsa postseason al San Francisco Chronicle:

Hanno avuto una stagione terrificante, ma non mi piacciono le squadre che si affidano così tanto al tiro. Non penso si possa segnare così tanti jumper da vincere quattro serie di Playoffs di fila. L’ho detto per 25 anni, non solo ora. Si possono contenere col gioco fisico sotto canestro.

In tutta risposta, i Warriors e in particolare in questo caso Klay Thompson hanno sparato ad altezza uomo in direzione di Barkley, metaforicamente parlando, con queste T-shirt preparate per l’occasione che colpiscono nel segno. Il numero di anelli vinti dalle squadre non apprezzate da Sir Charles è maggiore di quello dello stesso Barkley.

Polemica iniziata? Macché! Ci ha pensato Barkley a prenderla con filosofia, accettando lo scherzo e anzi indossando proprio lui stesso la maglietta:

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.