Il Barcellona annuncia il taglio degli stipendi, giocatori sul piede di guerra

Coppe Europee Eurolega

Stipendi decurtati del 70% finché non sarà finita l’emergenza Coronavirus: questa la decisione presa dal Barcellona nei confronti di tutti i dipendenti del club, giocatori di basket e di calcio compresi. Sul piede di guerra gli atleti che già si erano detti contrari.

Dopo aver preannunciato la cosa ai capitani e nonostante il loro parere negativo, il club ha deciso di andare fino in fondo. La società blaugrana ha annunciato che tenterà di avvalersi di una legge che permette di ridurre il compenso dei lavoratori nel caso in cui, per causa di forza maggiore, questi ultimi non possano prestare la loro opera per gran parte delle giornate previste dal contratto. Si tratterebbe di un taglio di circa il 70% che riguarderà tutti gli atleti della polisportiva ma anche tecnici, dirigenti e altri dipendenti, mentre per la sezione calcistica la decurtazione dovrebbe essere del 50%. Il taglio riguarderebbe solamente il periodo di stop e tutti tornerebbero a percepire a pieno il loro salario quando si tornerà alla normalità. Adesso le autorità catalane dovranno esaminare la richiesta ed esprimersi sulla sua legittimità, anche se non è escluso un ricorso dei giocatori se non si troverà un compromesso.

La decisione di tentare questa strada è stata approvata dall’assemblea dei soci di ieri, riunitasi in video conferenza e verrà ora presentata agli organi competenti. Nella nota ufficiale della società si legge anche che il Barça continuerà con le sue campagne di sensibilizzazione sul tema Covid-19 (come stanno facendo moltissimi club in tutto il mondo) ma soprattutto che attuerà delle iniziative di supporto agli anziani e che mette a disposizione della sanità della Generalitat de Catalunya tutte le sue strutture sportive.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.