Il Barcellona stende il Maccabi nel terzo quarto e vince la terza partita di fila in Eurolega

Coppe Europee Eurolega

FC Barcelona Lassa – Maccabi FOX Tel Aviv 74 – 58

(18 – 12;  16 – 21;  25 – 7;  15 – 8)

Inizio non entusiasmante tra errori al tiro e palle perse per entrambe le squadre (5 nei primi ‘3). Prima Wilbekin e poi Cohen trovano l’area blaugrana completamente sguarnita in penetrazione e segnano i canestri del 4 – 7, ma la pareggia immediatamente Chris Singleton con una tripla al ‘5. All’8 Victor Claver, qualche azione dopo essere stato stoppato da dietro da Tyus, realizza in transizione la tripla del + 5, divenuto + 6 a fine quarto dopo i due liberi messi a segno da Hanga su un fallo ingenuo, a 6 decimi dallo scadere, di Caloiaro.

All’11 Kuric da una parte e Caloiaro dall’altra segnano da tre punti, ed il Maccabi torna a – 2 dopo un bel canestro a centro area di Alex Tyus, mentre Tomic ed Oriola tengono il Barça in vantaggio, soprattutto grazie ai rimbalzi in attacco catturati dal nativo di Ragusa (5 dei 7 rimbalzi offensivi del Barça sono di Tomic) che hanno messo in grande difficoltà Alex Tyus. Michael Roll al ’14 di furbizia ruba un rimbalzo in attacco e regala una tripla con spazio a Johnny  O’Bryant e poco dopo Kendrick Ray mette un sottomano in contropiede per il 25 – 24, fino a quando al ’16 ancora O’Bryant, ancora dai 5 metri e 75, porta i suoi in vantaggio di due lunghezze. Il Barcellona torna subito avanti con il gioco da tre punti di Singleton e chiude la prima mezz’ora avanti di un punto solamente grazie ai 4 punti sul finale di Victor Claver.

Nel terzo quarto i padroni di casa aprono un parziale di 10 – 2 nei primi ‘3 e mezzo, con 4 punti di Kuric e 4 di Tomic, il quale apre le marcature chiudendo un bel passaggio in alley oop di Pangos. Coach Spahija chiama timeout ma il Maccabi non reagisce, si sblocca con tardi con la tripla di Caloiaro che li riporta a – 10, ma è un fuoco di paglia: dopo 2 palle perse ed un disastroso Ray con la palla tra le mani, i gialloblù crollano a – 19 sotto i colpi di  Kuric (2/2 dall’arco) e Claver (5 punti). La prestazione al tiro dei gialloblù, dovuta in parte alla buona difesa dei padroni di casa, in parte al loro atteggiamento passivo nella metà campo offensiva, dice tutto: 1/6 da due ed 1/6 da tre punti, con decisioni poco comprensibili come lasciare in 1 vs 1 giocatori poco propensi a giocare in isolamento (Tyus) oppure decisamente non in serata (Wilbekin e Kane), senza provare a cercare un vantaggio nei confronti della difesa facendola muovere.

Nel quarto quarto, dopo due schiacciati facili per Seraphin nei primi possessi, l’inerzia della partita sembra ormai tutta dalla parte dei padroni di casa, i quali toccano il massimo vantaggio di + 23 al ’34 con il floater di Heurtel,mentre Roll e Caloiaro segnano due triple utili, a questo punto, solo per le statistiche, visto che fino a quel momento il Maccabi aveva tirato con un misero 5/21 dall’arco. Vittoria per il Barcellona decisamente più agevole rispetto a quella di settimana scorsa contro il Darussafaka, che proietta i catalani al sesto posto in classifica.

Tabellini

Barcellona: Seraphin 6, Pangos 7 (6 assist), Ribas DNP, Singleton 9, Hanga 2, Tomic 12 (8 rimbalzi di cui 7 offensivi), Blazic 0, Heurtel 6 (5 assist), Pustovyi 0, Oriola 5, Kuric 13, Claver 14 (3/4 da 2, 2/2 da 3, 2/2 dalla lunetta, 7 rimbalzi).

Maccabi: Ray 2, Wilbekin 2, O’Bryant 10, Caloiaro 11, Roll 7, Kane 7, Avdija DNP, Tyus 9, Levi DNP, DiBartolomeo 6, Cohen 4, Zoosman 0.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.