Il Buducnost cambia ritmo nella ripresa, Brescia spiazzata sul proprio parquet

Coppe Europee Eurocup Home

Pallacanestro Brescia – Buducnost VOLI Podgorica 66-75

(21-17; 19-14; 7-22; 19-22)

La vittoria non sorride due volte a Brescia, che dopo la vittoria con il Mornar Bar, non riesce a ripetersi in casa, stavolta contro un Buducnost che brucia gli avversari con un grande secondo tempo: dopo una prima parte di gara in cui i biancoblu riescono a controllare il ritmo e limitare le iniziative degli avversari, i montenegrini aprono la ripresa con un un 11-0 di parziale che ribalta le sorti dell’incontro e impongono un cambio di ritmo poco contenibile e che lentamente fa scivolare via la partita dalle mani degli uomini di Esposito fino al gong finale.

Brescia approccia la partita con il giusto livello di attenzione, costringendo il Buducnost ad attacchi difficili e isolati, portandosi subito sul 6-0; gli ospiti provano ad entrare nella partita, ma le triple di Burns e Chery forzano coach Mijovic a fermare la partita (12-5). Il timeout aiuta la formazione montenegrina, che comincia a mostrare i muscoli con gli esterni e riavvicina i biancoblu, i quali tengono botta fino al 21-17 che chiude la prima frazione di gioco. Il gioco riprende con gli uomini di Esposito che giocano sulla gestione dei possessi per tenere il vantaggio, ma Nikolic Z. riesce a crearsi sotto il tabellone e riesce a tenere in corsa i suoi (27-25); i biancoblu riescono a staccarsi leggermente dagli avversari grazie a Ristic dentro l’area, seguito poi dalle giocate degli esterni per il +9 che aiuta la compagine di casa a chiudere i primi 20 minuti in sicurezza (40-31).

La ripresa vede una Leonessa molto più in difficoltà nella realizzazione, con il Buducnost che entra in partita con un altro piglio guidata dal 8-0 firmato da Ejim e Ivanovic che riducono subito lo svantaggio sul 41-39 dopo 3′; la tripla del canadese vale il primo vantaggio slavo nell’arco della gara, mentre Crawford prova ad emergere per rispondere alle efficaci offensive avversarie. Gli uomini di Mijovic però rispondono con grande reattività e prima della volata finale consolidano il 47-53 per il vantaggio. L’impatto di Ivanovic rinvigorisce il buon momento del Buducnost, che trova anche la doppia cifra di margine (47-57); la formazione di casa prova a cercare spazio, ma Cobbs con le sue penetrazioni al ferro e Ejim con le conclusioni da fuori sembrano spezzare il morale sul 53-66 con 5′ rimasti. Complici alcuni errori pesanti e un po’ di stanchezza, a Brescia purtroppo non riesce la rimonta e il Buducnost gestisce bene l’ultima parte di gara volando a vincere per 66-75.

 

BRESCIA: Cline 2, Vitali, Parrillo, Chery 9, Bortolani 5, Ristic 10, Crawford 15, Burns 8, Kalinoski 9, Moss, Sacchetti 4, Ancellotti 4

BUDUCNOST: Cobbs 16, Ivanovic 15, Ejim 18, Sehovic 3, Nikolic D. 8, Apic 3, Mitrovic, Nikolic Z. 11, Kojicic ne, Zugic 1

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.