Il carattere della Dinamo regala a Sassari il 3-3. Sabato la “bella”

Home Serie A Recap

Dinamo Banco di Sardegna – Umana Reyer Venezia 87-77

(19-25; 15-15; 29-17; 24-20)

Grazie a un secondo tempo pressoché perfetto la Dinamo Sassari batte 87-77, la Reyer Venezia e porta così la gara 7. L’ultima, decisiva sfida si giocherà sabato al Taliercio di Mestre alle 20.45.

Parte meglio la Reyer, che trascinata da uno scatenato Bramos si porta subito sul 3-10. Thomas e Pierre regalano alla Dinamo il -1, ma a spegnere l’inerzia sassarese ci pensano Haynes e Mazzola con due triple, che valgono il 9-16. I padroni di casa stringono le maglie in difesa e un parziale di 8-0 sulle ali di un ottimo Thomas regala alla Dinamo il primo vantaggio del match: 17-16. Coach De Raffaele chiama timeout, il parziale di Sassari arriva fino al 10-0, ma viene interrotto dal canestro di Watt e la tripla di Cerella: 19-21. La Dinamo non trova più la via del canestro e il primo quarto si chiude con Venezia avanti 19-25.

Nel secondo periodo le due squadre trovano con difficoltà il fondo della retina, ma Sassari prova a rifarsi sotto con la tripla di P0lonara: 26-27. Daye e Bramos respingono gli attacchi della Dinamo e la Reyer dopo l’1/2 dalla lunetta di Watt allunga sul +7 al 16′: 26-33. La Dinamo con Cooley e Pierre, nonostante il fallo tecnico fischiato a Pozzecco riesce e riportarsi a contatto e al 18′ è sotto di 2: 34-36. Gli ultimi 2′ sono tutti di marca veneta e la Reyer al riposo è avanti 34-40.

Al ritorno dagli spogliatoi, la Dinamo trascinata da McGee prima si riporta a contatto (42-44),  poi con i liberi di Smith trova la parità a quota 46. Il match si infiamma grazie al solito Daye da una parte e Thomas e Cooley dall’altra e al 15′ Sassari è avanti 51-50. Il PalaSerradimigni carica i biancoblu di coach Pozzecco, che con la schiacciata di Cooley si portano sul 55-52 costringendo coach De Raffaele a chiamare timeout. Bramos sblocca Venezia, ma l’inerzia rimane nelle mani di Sassari che con Polonara e Spissu si porta sul 63-57, punteggio che peraltro segna la fine del terzo quarto.

Carter con una tripla firma il +9 per la Dinamo a 8’12” dalla fine, le due squadre segnano con difficoltà e il match in questo frangente è caratterizzato da numerose interruzioni e al 34′ Sassari è avanti 75-63. Spissu e Cerella infiammano il match, la Reyer perde per falli Vidmar e a 3’45” dalla fine, i padroni di casa sono ancora sulla doppia cifra di vantaggio: 82-70. McGee per l’86-70 si inventa forse la giocata dell’anno con una schiacciata che vale da sola, il costo del biglietto. Nonostante il -16 la Reyer ancora una volta non molla e la tripla di De Nicolao vale il -9: 86-77. Per la rimonta però è troppo tardi e il libero di Polonara chiude il match sul definitivo 87-77.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 11, Smith 6, McGee 10, Carter 5, Devecchi NE, Magro NE, Pierre 4, Gentile 0, Thomas 18, Polonara 7, Diop NE, Cooley 26

Umana Reyer Venezia: Haynes 10, Stone 0, Bramos 15, Tonut 0, Daye 10, De Nicolao 11, Vidmar 0, Biligha NE, Giuri 3, Mazzola 3, Cerella 8, Watt 17

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.