Il derby romagnolo sorride a Forlì. Doppia festa per vittoria e ritorno di Dane Di Liegro

Serie A2 Recap

Si percepisce da subito l’aria di derby al Pala Galassi. Prima della palla a due le tifoserie iniziano a pungersi, ma è a dieci minuti dalla palla a due che si alzano i decibel e subito dopo la presentazione delle squadre oltre all’ovazione per Dane Di Liegro (rientrato in maglia Forlì a metà settimana) è il turno degli Ultra Forlì che espongono uno striscione abbastanza eloquente per spingere la squadra a dare il meglio. Il Palafiera si accende con l’inno di Mameli, infatti il pubblico recepisce il messaggio e accende le torce dei telefonini per ricordare il piccolo Diego Merisi, spentosi prematuramente un anno fa, nipote di Adolfo della Jollycolombani degli anni settanta.

Si salta per la palla a due e Giachetti sente la partita e dopo 2’43” firma 6 dei 10 punti di squadra dopo aver commesso fallo antisportivo e costringe coach Mazzon a chiamare timeout sul 10-3. Ravenna reagisce e rimane in partita con un indemoniato Smith (11 pt a fine quarto per lui), ma Giachetti non vuole essere da meno e in transizione realizza una tripla che porta i suoi a +9. L’Unieuro è strabiliante in difesa e quando Lawson anticipa un passaggio diretto e vola da solo in contropiede realizzando e subendo il fallo dallo stesso lungo ravennate porta i suoi sul +13 (24-11) coach Mazzon è costretto a giocarsi il secondo minuto. A 2’29” dalla fine del quarto ovazione per il rientro in campo di Dane Di Liegro subito protagonista con un rimbalzo in attacco che frutta due liberi, fa 0/2 ma è assoluto protagonista perché nella metà campo difensiva subisce sfondamento da Hairston in post basso animando un Palafiera già carico di suo. La tripla di Montano riduce la doppia cifra di svantaggio (29-21) con cui si chiude il primo quarto.

Forlì continua a giocare solidamente in difesa e nell’ordine forza un’infrazione di campo, una successiva palla diretta fuori verso il tavolo e uno sfondamento. Ravenna non riesce a ingranare con il suo gioco e non riesce a recuperare lo svantaggio che si aggira sempre sulla doppia cifra. Boato al minuto 3’30” per Dane che mette i primi due punti della sua seconda esperienza forlivese, ma continua a litigare con il ferro dalla linea del tiro libero. Il solo Smith sembra crederci per Ravenna e in due azioni torna sul -8. A 4’10” una tripla di Montano porta Ravenna nuovamente in partita, ma Lawson dalla media e Giachetti con la tripla in transizione riprendono le due cifre di vantaggio. Ravenna prova a intasare l’attacco forlivese con la zona 3-2, ma Forli muove molto bene palla e trova i giusti buchi per punire con Di Liegro che ridà la doppia cifra di vantaggio sul grande pick&roll giocato con Giachetti e con cui si chiude il primo tempo (49-39).

Marini apre con tripla di tabella, Laganà risponde allo scadere dei 24. Forlì sembra divertirsi e iniziano a vedersi sempre più spesso le due torri forlivesi in campo con Di Liegro a conquistare l’area e Lawson a punire dalla medio-lunga distanza. A metà quarto le difese si alzano di intensità e conquistare punti è sempre più difficile per entrambe le squadre, ma Giachetti è in serata di grazia e risolve la situazione difendendo i suoi dall’assalto ravennate, riportando i suoi sul +12 e costringendo Ravenna a chiamare minuto. Smith segna un gran canestro da tre contestato da Johnson. Stupenda giocata a 3’45” dalla fine con Hairston che si svita in post basso su Donzelli e affonda a due mani. Forlì reagisce, blinda la difesa e vola per due azioni con Giachetti che prima finalizza e poi serve l’appoggio di Marini. Smith sempre ultimo a mollare. Forlì pasticcia attaccando la zona ravennate e Bonacini commette fallo antisportivo su Jurkatamm lanciato in contropiede che realizza a metà i successivi. Nonostante Forlì tiri con percentuali bassissime ai liberi, Ravenna non riesce a risalire la doppia cifra di svantaggio e il terzo quarto si chiude sul 73-57.

Il quarto quarto è una formalità, dopo un minuto di gioco, viene fischiato tecnico per flopping a Montano. Di Liegro sembra indemoniato, sbaglia un appoggio, conquista rimbalzo offensivo e fallo e realizza i due liberi. Una tripla di Johnson porta anche il +21 forlivese a 7’30” dalla fine. Seguono per lo spettacolo un’affondata di Hairston e Donzelli. Si chiude con lo stesso invito rivolto a inizio partita con lo striscione, ma stavolta l’invito arriva dal settore ospite.

Unieuro Forlì: Di Liegro 10, Giachetti* 19 + 7 assist, Marini* 17 + 7 rimb, Donzelli* 10, Oxilia 5 + 9 rimb, Lawson 17 + 13 rimb, Johnson 14. All: Valli

Orassi Ravenna: Hairston* 16 + 10 rimb, Smith* 28, Montano 12. All: Mazzon

Clicca qui per le statistiche complete

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.