Il Fenerbache risorge e spazza via l’ASVEL sul suo parquet

Coppe Europee Eurolega

ASVEL VILLEURBANE-FENERBACHE BEKO 72-88

(16-19, 20-29, 16-19, 20-19)

Finalmente una partita da Fenerbache per il team di Obradovic, che espugna d’autorità il parquet dell’ASVEL, fino ad oggi un vero e proprio fortino per i francesi. C’è stato equilibrio solo nel primo quarto, poi nel secondo è iniziato l’allungo che ha portato i turchi fino al +22. Gara da vero mattatore per Stimac (21+8 in 23′), ma anche tutti gli altri giocatori hanno cambiato faccia rispetto alle ultime uscite.

Iniziano meglio le difese, che concedono nulla per i primi 2′, fino al jumper di Jekiri e la schiacciata di Williams, entrambi con fallo subito. L’ingresso di Stimac propizia il primo allungo ospite, che vale il +6 con la tripla di Datome. I francesi, però, replicano con Lighty e dimezzano il gap: 16-19 al 10′. Due triple di Mahmoutoglu spaccano la partita, e permettono al Fener di andare in doppia cifra di vantaggio. L’ASVEL risponde con Jean-Charles, ma Sloukas ristabilisce le distanze firmando la tripla del +15. Nel finale di quarto, ancora Jean-Charles e Bako riparano un po’ i danni, accorciando di qualche lunghezza: 36-48 al 20′. Polveri bagnate al rientro in campo, con un parziale di appena 3-4 nei primi 4′. I locali cercano di rimanere in partita con la difesa, ma faticano in attacco e quindi non riducono lo svantaggio. Una tripla di Noua avvicina i francesi a -11, ma Dixon replica sulla sirena restituendo 15 lunghezze di distacco. Dopo 30′, il parziale è sul 52-67. I turchi ripartono sulla stessa lunghezza d’onda, e toccano addirittura il +22 sull’asse Williams-Dixon. Il match non è chiuso, perché Kahoudi trova due volte il canestro da 3 e l’ASVEL torna a crederci. Tuttavia, il Fenerbache gestisce bene il finale di partita, nonostante un tecnico fischiato a Obradovic, e conserva un importante distacco. La gara termina 72-88.

ASVEL: Lighty 18, Jean-Charles 15, Jekiri 12.

Fenerbache: Stimac 21, Williams 17, Mahmoutoglu 14.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.