Il Fenerbahce si spegne quando conta: il Panathinaikos passeggia all’OAKA Arena

Coppe Europee Eurolega

Panathinaikos – Fenerbahce 82-68

(22-13; 37-30; 62-56)

Partita mai in discussione tra Panathinaikos e Fenerbahce, con i padroni di casa che non perdono mai il controllo grazie alla prestazione monstre di Nemanja Nedovic.

I greci cominciano meglio la partita, andando a canestro con molta facilità. Meno brillante l’attacco del Fener, che si aggrappa alle fiammate di Lorenzo Brown per creare azioni interessanti. A cavallo tra i primi due quarti si capisce che l’ex-Milano Nemanja Nedovic è in serata: il serbo è infallibile dall’arco e aiuta il Panathinaikos a creare un sostanzioso divario. Totalmente opposto, invece, lo stato di forma dei due condottieri dei turchi. Jan Vesely e Nando de Colo non sono al meglio e non riescono a fare la differenza. All’intervallo il punteggio recita comunque 37-30, frutto ancora delle iniziative di Brown.

Al rientro dagli spogliatoi il Fenerbahce trova l’insperato apporto di Ahmet Deverioglu, centro turco che mette in difficoltà i lunghi avversari. Il Pana si spaventa, ma reagisce con due altre vecchie (ma non troppo) conoscenze di Milano: Keifer Sykes e Aaron White firmano il 62-56 della mezz’ora di gioco. Tutto quanto fatto di buono dai turchi nella ripresa viene cancellato da un quarto periodo da dimenticare. Il Fener non trova più la via del canestro e non riesce pertanto a reagire all’allungo della squadra di coach Vovoras. Le basse percentuali di de Colo, Vesely e Barthel non aiutano e anzi costringono Kokoskov ad alzare bandiera bianca e risparmiare le proprie stelle in vista del campionato. La partita finisce 82-68 in favore dei padroni di casa, che sorpassano proprio il Fenerbahce in classifica.

Panathinaikos: Nedovic 28, Sykes 11, Auguste 9.

Fenerbahce: Brown 17, Deverioglu 15.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.