Il Maccabi ne ha di più nel finale, sconfitta per il Baskonia a Tel Aviv

Coppe Europee Eurolega Home

MACCABI TEL AVIV – BASKONIA VITORIA 91-82
(26-21, 21-22, 21-17, 23-22)

Vince il Maccabi nel finale e aggancia in classifica il Baskonia, dopo una partita che la squadra turca non è mai riuscita ad avere completamente in mano, complice soprattutto un Baskonia duro a morire. Decisivi i primi minuti dell’ultimo quarto, con Bryant e Hunter che danno ritmo a Tel Aviv, che riesce a scavare il solco decisivo. Al Baskonia non bastano Peters ed Henry.

Maccabi e Baskonia si studiano in avvio, con i padroni di casa che conducono ritmo e partita sin dall’inizio sfruttando la fisicità di Caloiaro che in avvicinamento a canestro fa male alla difesa del Baskonia. Il Maccabi prova, in chiusura di primo periodo, a scavare un solco nel punteggio (26-21 alla fine dei primi 10’) ma il Baskonia è più presente all’inizio del secondo quarto. Peters dall’arco regala il -2 alla squadra spagnola ma Wilbekin (0 punti nel primo tempo ma 4 assist) serve Zizic che schiaccia il nuovo +8 a 4’ dall’intervallo. I turchi arrivano anche a +9 ma è poi Henry per gli ospiti a riportare in equilibrio la gara che all’intervallo dice 47-43. Wilbekin apre il secondo tempo con il suo primo canestro di serata e prova a dare il là al break turco: il Maccabi non è però continuo e il Baskonia, soprattutto in transizione, crea i presupposti per mantenere la gara in equilibrio. Dragic sbaglia la tripla del possibile pareggio a quota 57 e l’attacco spagnolo si blocca. Il Maccabi ne approfitta e chiude il quarto in crescendo, con la tripla allo scadere di Caloiaro che scrive 68-60 a 10’ dalla fine. Anche in avvio di ultimo quarto il Baskonia si affida molto al tiro dalla lunga distanza, aprendo facili contropiede al Maccabi che con Hunter e Bryant fa molto male agli avversari. La squadra di Dusko Ivanovic, però, non molla: Giedraitis segna il -4 (80-76) a 3’30” dalla sirena. Il Baskonia avrebbe per due volte la possibilità di ricucire definitivamente lo strappo ma sbaglia con Henry; dall’altra parte del campo Wilbekin, in una serata storta al tiro (3/11 dal campo), segna da lontanissimo la sua prima tripla di serata e ridà il +7 ai suoi. Il Baskonia prova, affidandosi al solito Henry, a rimanere aggrappato al match, ma Tel Aviv è glaciale e ne ha di più: Wilbekin dalla lunetta fa 2/2 e segna il +9 per i turchi. Gli spagnoli non riescono più a reagire e devono alzare bandiera bianca. Vince il Maccabi, 91-82. 

MACCABI: Hunter 14, Bryant 14, Caloiaro 12

BASKONIA: Henry 19, Peters 18, Giedraitis 12

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.