Il Messico vince la Coppa America battendo in finale il Porto Rico

Home

40F947D9CE194E7C94E59087F2A9B2CB

Storica vittoria per il Messico ai Campionati Americani, per la Nazionale centro-americana si tratta infatti del primo successo in questa competizione dopo che il miglior piazzamento fino ad oggi erano stati i due quinti posti ottenuti nel 1980 e nel 1984. In finale i messicani sono stati in grado di battere il Porto Rico per 91-89 al termine di una partita combattutissima, anche se la vera impresa era stata battere l’Argentina in semifinale.

MVP della competizione è stato premiato Gustavo Ayon, centro nell’ultima stagione tra Orlando Magic e Milwaukee Bucks e ora agli Atlanta Hawks, che ha chiuso la finale con 20 punti e 16 rimbalzi dopo aver dominato per tutta la Coppa America. Le medie di Ayon in questa edizione del FIBA Americas Championship parlano di 17.5 punti, 9.2 rimbalzi e 2.1 assist, ma era certo che il premio sarebbe andato a lui in caso di vittoria del Messico visti i 24 punti e 12 rimbalzi contro l’Argentina oltre che la doppia-doppia registrata in finale.

Il Messico parte bene e trova canestri veloci, piazzando un parziale di 7-0 grazie a Jovan Harris (alla fine 23 punti) e chiudendo il primo quarto avanti per 26-18. Nel secondo quarto però il Porto Rico sfrutta le proprie bocche da fuoco e riesce a pareggiare a quota 28 con un parziale di 10-2 firmato Carlos Arroyo. Il playmaker terminerà la finale con 23 punti e 3 assist, miglior marcatore tra i suoi. A fine secondo quarto il coach del Messico viene espulso, il suo vice è così costretto a prendere il suo posto, mentre la squadra in verde chiude la prima metà di gara in vantaggio 48-45.

Ritmi più blandi ad inizio ripresa. A Renaldo Balkman e Carlos Arroyo risponde Alonzo da tre punti e la partita prosegue sulla linea di equilibrio. JJ Barea prova a trascinare i suoi, che tentano la fuga con un parziale di 7-0 propiziato dal playmaker dei Minnesota Timberwolves, arrivando all’inizio dell’ultimo periodo davanti per 69-63. Jovan Harris gioca il ruolo di leader, segnando 7 punti consecutivi e riportando il Messico in vantaggio per 73-71, arriva però immediata la risposta di Galindo, che con una tripla rispedisce indietro gli avversari. Il match continua in maniera molto equilibrata fino agli ultimi secondi di gioco quando, sul punteggio di 89-89, Stoll segna entrambi i liberi sancendo il risultato finale. Inutile il tentativo da tre punti di Galindo che termina sul ferro.

Medaglia d’oro dunque per il Messico, medaglia d’argento per il Porto Rico. Nella “finalina” l’Argentina conquista il bronzo sconfiggendo la Repubblica Dominicana per 103-93 grazie a un inarrestabile Facundo Campazzo da 31 punti e 11 assist. Si qualificano per i Mondiali 2014 il Messico, il Porto Rico, l’Argentina e la Repubblica Dominicana.

[banner align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.