raptors

Il miglior quintetto di sempre dei Toronto Raptors

Home Rubriche Rubriche NBA

Fondati nel 1995, i Toronto Raptors sono una delle franchigie più giovani della lega. Sono stati 27 anni di alti e bassi per i canadesi, che negli ultimi anni si sono rivelati una realtà solida, capace anche di vincere un titolo – per quanto inaspettato – nel 2019. Di conseguenza, il miglior quintetto di sempre dei Raptors è caratterizzato da giocatori che hanno calcato i parquet dell’Air Canada Centre di recente.

Nota: il quintetto che abbiamo creato è senza dubbio un quintetto basso e atipico, ma siamo sicuri che non sfigurerebbe affatto contro avversari di livello, anche considerata l’importanza della versatilità dei “lunghi” nel basket di oggi.

 

PG: Kyle Lowry, dal 2012 al 2020

Kyle Lowry could be the next All Star to get traded": Sources say the  Toronto Raptors might bid farewell to their beloved point guard - The  SportsRush

Quando arrivò in Canada da incognita, dopo qualche discreta stagione a Houston, nessuno si sarebbe mai immaginato che Kyle Lowry avrebbe lasciato Toronto da pluri-All-Star e da campione NBA. Indubbiamente il miglior playmaker dei Raptors, Lowry ha attraversato un periodo di crescita che è andato di pari passo a quello della franchigia canadese. Prima, insieme a DeRozan, ha aiutato Toronto ad affermarsi nella Eastern Conference. Poi, insieme a Kawhi, si è rivelato fondamentale nella cavalcata al titolo del 2019. La frustrazione per qualche figuraccia di troppo ai playoffs ha sicuramente aiutato a forgiare il carattere e la leadership di un personaggio ormai già iconico per i Raptors.

 

G: Vince Carter, dal 1998 al 2004

Was Vince Carter at his best when with the Toronto Raptors?

Fa riflettere il fatto che né i successi degli anni recenti né il titolo NBA vinto nel 2019 siano riusciti a mettere in secondo piano la figura di Vince Carter a Toronto. La realtà è che Vince Carter è rimasto l’uomo simbolo dei Toronto Raptors, una squadra che non avrebbe mai immaginato di poter accogliere un talento simile così presto nella propria storia. Carter ad oggi è senza ombra di dubbio il miglior giocatore della storia della franchigia e francamente è un peccato che le strade dei Raptors e di Air Canada si siano dovute separare così malamente. In questo quintetto gli spetta di diritto il ruolo di stella assoluta della squadra.

 

SF: DeMar DeRozan, dal 2009 al 2018

Raptors' DeMar DeRozan named Eastern Conference player of week -  Sportsnet.ca

Incompleto, poco decisivo, inadatto al gioco di oggi… Nel corso degli anni non si sono risparmiate le critiche nei confronti di DeMar DeRozan. Tuttavia, lui a Toronto ogni anno è stato in grado di lasciar parlare il campo. Grazie a lui e Lowry i canadesi sono diventati degli habitué dei playoff, e l’impressione è che il fatto di non essere riuscito ad interrompere l’egemonia di LeBron ad Est gravi un po’ troppo sulle spalle di un giocatore che, checché se ne dica, è uno dei più grandi talenti ad aver vestito questa maglia. La seconda giovinezza di DeMar ai Chicago Bulls forse finalmente sta rendendo giustizia alla “legacy” dell’ex-Raptors.

 

PF: Kawhi Leonard, 2019

NBA Commentary: Kawhi Leonard and the toronto Raptors helped each other exceed  expectations - Raptors HQ

Di rado un giocatore appena arrivato riesce ad avere un impatto così fondamentale sulla squadra in così breve tempo. L’esperienza di Kawhi a Toronto si può descrivere con l’espressione “one-and-done”, tipica del basket collegiale, ciononostante l’ex-Spurs ha lasciato il segno nella storia dei Raptors. La decisione di aggiungere Kawhi ad un roster esperto e collaudato è stato forse il più grosso colpo di genio di Masai Ujiri: in maglia Raptors Leonard ha disputato dei playoffs clamorosi, caricandosi l’intera squadra sulle spalle e mietendo vittime illustri quali Giannis, Embiid e Curry. Toronto sarà sempre grata al suo MVP delle Finals, che ha fatto compiere alla franchigia canadese l’ultimo step per affermarsi oltre i confini di stato.

 

C: Chris Bosh, dal 2003 al 2010

A star is born: Remembering Chris Bosh's time with the Toronto Raptors |  Sporting News Canada

Chris Bosh rimane ancora il giocatore più talentuoso draftato dal front-office canadese: ha tirato la carretta negli anni bui di Toronto, quando la franchigia canadese aveva deciso di separarsi di Carter e McGrady. Nonostante non abbia mai avuto a disposizione un roster competente, a Bosh si può recriminare solo di non essere mai riuscito a sviluppare la leadership necessaria per trascinare la squadra. Le sue performance da All-Star, infatti, sono bastate soltanto a garantire due brevi apparizioni ai playoffs. Tuttavia, in questo quintetto ideale ricoprirebbe un ruolo simile a quello che aveva nella Miami dei Big Three, forse quello a lui più congeniale.

 

Honourable mention / 6° uomo: Pascal Siakam, dal 2016 ad oggi

 

LEGGI ANCHE:

Il miglior quintetto di sempre dei Miami Heat

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.