banchero media day

Il peggio del Media Day NBA 2022

Home NBA News

Un paio di giorni fa in NBA c’è stato il Media Day, il giorno in cui i giocatori incontrano per la prima volta i giornalisti in vista del training camp e scattano le foto che poi verranno utilizzati dalle franchigie per i propri contenuti. Come ogni anno, anche in questa stagione il Media Day ha regalato gioie (e dolori, in senso comunque goliardico): abbiamo deciso di raccogliere qui il peggio (che spesso vuol dire il meglio) di questa giornata inaugurale dell’annata NBA.

DeAndre Jordan e il numero 6

Dopo la morte di Bill Russell, la NBA ha deciso di ritirare il suo numero 6 in tutta la Lega. Un unicum nella storia. A chi già indossava il 6 è stato permesso però di tenerlo: così DeAndre Jordan, che ha firmato con Denver, ha annunciato che non lo cambierà. Nelle sue intenzioni, sarà un tributo a Russell. Speriamo che quest’ultimo non si stia rivoltando nella tomba, viste le ultime dimenticabili stagioni di Jordan tra Lakers, Sixers e Nets.

 

Il drama dei Brooklyn Nets

È stata anche la prima occasione per i giornalisti di parlare con Kevin Durant dopo la telenovela estiva. La superstar dei Nets ha dovuto commentare il tutto, compresa la richiesta di trade alla franchigia in caso di mancato licenziamento di Nash e del GM Sean Marks. KD ha preso la “mancata” trade con filosofia: “So quanto sono forte, quindi capisco che una squadra non voglia cedermi”. Insomma, non proprio le parole umili per risanare l’ambiente.

Nel frattempo il compagno Kyrie Irving spiegava come ha rinunciato a 100 milioni di dollari pur di non vaccinarsi contro il Covid. E vantati, Kyrie…

 

Il nuovo fisico di Zion Williamson

Questa decisamente una cosa positiva, ma che ha fatto clamore. Già alcune foto estive lo avevano spoilerato, ma dopo una stagione saltata per intero Zion Williamson si è presentato tirato a lucido. I dubbi sulla sua forma fisica sembrano solo un lontano ricordo, e il confronto col Media Day 2021, quando la stella dei Pelicans era chiaramente sovrappeso, è davvero impietoso. The Sky is the Limit per questa New Orleans: nell’unica stagione giocata quasi totalmente (61 partite su 72) aveva mantenuto la bellezza di 27.0 punti di media

 

I capelli di Jimmy Butler

Che Jimmy si fosse fatto le extension, anche se lui dice che non sono extension, lo avevamo già intravisto in alcuni video estivi. La stella dei Miami Heat si è presentata col suo nuovo look anche al Media Day, lasciando tutti a bocca aperta. A peggiorare lo spettacolo anche la barba, totalmente rasata, a rendere Butler quasi irriconoscibile. Ovviamente i suoi capelli sono stati argomento di domande dei giornalisti. Lui ha ammesso di averli “fatti crescere” soprattutto per trollare il web, per vedere come la gente avrebbe reagito, e siccome hanno fatto molto “rumore” può ritenersi soddisfatto. Li taglierà? Non li taglierà? Per ora Jimmy ha ammesso di avere intenzione di tornare al vecchio look, anche perché sai che fastidio giocare così?

 

Lo swag di Paolo Banchero

Paolo Banchero si è presentato al Media Day portando con sé una bandiera italiana, un’immagine che avrà fatto piacere a molti nostri connazionali e, scommettiamo, anche a Gianni Petrucci. Poi Paolino si è dedicato alle foto di rito e ad un video in particolare: un remake di una clip girata ai tempi di Duke, ma in salsa NBA. Stile pure.

 

Petto nudo e cappello di lana: la conferenza stampa di Derrick Rose

Ma è legale presentarsi così ad una conferenza stampa solo per dimostrare di essere dimagrito?

 

L’urlo di Mike Brown

In estate Mike Brown è diventato il nuovo coach dei Sacramento Kings. Già questo basterebbe, visto che ha già dimostrato qualche segno di cedimento mentale durante le interviste, sentendo i suoi stessi giocatori che urlavano lì vicino.

 

Kawhi Leonard, il simpatico umorista

Lo sappiamo ormai. Kawhi Leonard è “Fun Guy”, il ragazzo divertente della compagnia. Dopo oltre una stagione ai box per la rottura del crociato, la stella dei Clippers sta per tornare in campo. Intanto ha fatto il simpatico anche al Media Day, dicendo davanti alle telecamere: “Media Day: finiamo con questa roba e voliamo a Las Vegas!”.

 

James Harden ha perso 45 kg

In estate alcune foto avevano già mostrato un Harden particolarmente in forma, a differenza del solito. Il Barba è apparso molto dimagrito rispetto alle ultime stagioni, ma interrogato sulla questione ha dato una risposta sorprendente: ha dichiarato di aver perso 100 pounds, l’equivalente di 45 kg. “Potete twittarlo” ha detto Harden. Noi rimaniamo diffidenti…

 

I rookie dei Memphis Grizzlies giocano a morra cinese

Se perdi, ti prendi uno schiaffo con le tortillas messicane. Non chiedeteci perché, non ne abbiamo idea.

 

Steph Curry imita Chewbacca

RRWWWWGGGGGG

 

Simone Fontecchio l’italiano

Gli Utah Jazz hanno presentato Fontecchio, apparso per la prima volta con la maglia della sua nuova squadra. E quale modo migliore per presentarsi se non gesticolando? Sim-OWN-ay fawn-TEK-ee-oh (così si pronuncia, stando proprio ai Jazz) e le reazioni alle chiamate arbitrali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.