Il post di Milano-Cremona: le parole di Pianigiani e Sacchetti

Home Serie A News

Milano supera Cremona tra le mura amiche, a questo link il recap dell’incontro. Di seguito le parole dei due coach nel post partita:

Coach Simone Pianigiani ha commentato così l’ottava vittoria dell’Olimpia in campionato:

“Sono contento, perché non stavamo in piedi e nel primo quarto non eravamo connessi, ma la difesa ci ha tenuto in partita e poi nel secondo tempo abbiamo fatto le cose che dovevamo per prendere il largo. Quando siamo andati avanti di 10-11 punti abbiamo mollato un attimo ancora, perché non eravamo in bonus  e invece di spendere qualche fallo abbiamo concesso dei lay-up, e alla fine è ovvio che potevamo anche perderla, ma non è questo il punto. Ci sono partite, soprattutto alla quinta gara in nove giorni, in cui si sbagliano tiri messi per tutta la carriera, e allora conta la vogli di farcela lo stesso. Nell’ultimo periodo ci sono state alcune situazioni strane, un lay-up sbagliato, un fallo in attacco di Cinciarini che non ho capito perché eravamo soli in attacco. Ma va bene così: ho tenuto fuori Gudaitis che oggi sarebbe servito perché era carico di fatica e non volevo rischiarlo, ma lì camminando, non potendo correre, è dove con Kaleb abbiamo fatto più male a Cremona. Nell’intervallo non mi sono arrabbiato, ho solo fatto presente che c’erano 8.000 persone, entusiasmo, tanti ragazzi, e dovevamo vincerla per  loro. Adesso andiamo a Kaunas dopo quattro vittorie in questo ciclo di cinque gare, e sappiamo che loro avranno un’energia pazzesca e noi non so quanto recupereremo oltretutto con altre due assenze. Ma finora abbiamo fatto più del massimo, nel periodo natalizio ci aspetta di tutto tra trasferte di EuroLeague, quattro su sei, e le gare a cavallo del Natale, e dovremo reggere. Vedremo come, recuperando spero anche Nedovic in quell’odissea che ci attende. Il mercato? Il Presidente ha spiegato bene come la pensiamo: non siamo angosciati da obiettivi che possano sfuggire o meno, preferiamo crescere tutti insieme. Questo è il nostro percorso e finché possiamo abbiamo fiducia nel roster anche con le assenze. Fontecchio? Poteva rientrare, come era successo a Venezia: nel primo quarto era la squadra a non essere connessa e per lui era difficile fare meglio, però vedo come mentalmente è sempre pronto. Lui deve essere così, entrare a freddo, fare tre o quattro cose utili: le ha fatte e le farà, non è questa partita che mi preoccupa. Sa che in campionato abbiamo bisogno di lui, tanto”.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano

Le parole di Sacchetti:

Fonte: Pagina Facebook Vanoli Cremona

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.