Il post di Milano-Zenit, Messina: “c’è un alone di depressione nell’aria”

Coppe Europee Eurolega Home

Nella conferenza stampa che ha seguito la sfida tra Olimpia Milano e Zenit San Pietroburgo, conclusasi sul punteggio di 73-72 in favore dei padroni di casa, il coach dei russi Joan Plaza ha commentato:

<<quando perdi di un solo punto la sconfitta è più bruciante, perché sai che avevi possibilità di vincere quella partita: ma sono queste partite avvincenti il bello della pallacanestro. Se guardate le statistiche siamo stati migliori di Milano in moltissime voci, ma quello che ci ha fatto perdere la partita è stata la percentuale ai tiri liberi: un 50% che una squadra che compete a questi livelli non può permettersi. Sono comunque orgoglioso di quello che abbiamo fatto vedere stasera, abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari anche con una squadra che sulla carta è superiore a noi e ne sono soddisfatto. Certo, una vittoria mi avrebbe reso senza dubbio più contento. Spesso abbiamo perso partite di pochi punti, ma speriamo con il tempo di riuscire a gestire meglio queste situazioni e magari a vincere qualche partita in più>>

Dall’altra parte, Ettore Messina ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

<<Non è stata una partita facile, il che era prevedibile dopo la brutta prestazione di domenica scorsa contro Bologna. Sono felice che i miei ragazzi siano riusciti comunque a portare a casa il risultato, che stasera era la cosa più importante. Sono molto contento che il pubblico ci abbia sostenuto per tutta la durata del match. Questa sera abbiamo fatto cose buone e cose meno buone, e voglio analizzare con calma la partita. L’esordio di Sykes è stato complicatissimo, il giocatore mi è sembrato piuttosto incerto e questo mi induce a pensare che anche lui come altri possa sentire il peso di indossare la canottina dell’Olimpia. Speriamo che non sia così e che riesca ad ambientarsi bene in squadra. A metà del girone europeo posso ritenermi complessivamente contento del cammino che abbiamo fatto e che stiamo facendo, certo all’inizio la palla pesava di meno ma sappiamo che il nostro livello è buono e che possiamo competere. Il girone di ritorno sarà durissimo, e da troppo tempo ci manca un risultato positivo in trasferta: dobbiamo rimediare a questo, perché prima o poi perderemo anche una delle partite in casa. Gli alti e bassi non fanno piacere a nessuno, tutti vorremmo essere perfetti ma purtroppo non è così. Occorre che i miei ragazzi si rilassino un pochino, negli ultimi tempi siamo stati influenzati da alcuni momenti di braccino corto che ci hanno penalizzato in momenti chiave del match. Purtroppo in questo periodo c’è un alone di depressione che aleggia nell’atmosfera del Forum: siamo in una situazione in cui Milano spesso si è trovata negli ultimi anni e quello che io vorrei fare è invertire questa tendenza. In ogni caso alla fine è pur sempre pallacanestro, ci sono delusioni peggiori nella vita>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.