Il post-partita di Milano-Maccabi, Pianigiani: ”Sbagliare una partita succede a tutti, l’importante è ritornare più forti di prima”

Coppe Europee Eurolega Home

Coach Sfairopoulus ammette: É stata una grande battaglia per raggiungere i playoff tra due squadre molto forti. É stata davvero combattuta fino alla fine, la differenza l’hanno fatta i dettagli. Il momento decisivo sono stati quei canestri segnati dall’Armani a pochi minuti dalla conclusione del match. Abbiamo combattuto per tutta la partita e faremo così anche nelle prossime sette, cercando di raggiungere i playoff. Voglio ringraziare i tanti tifosi che sono venuti qui per sostenere la nostra squadra e per lottare assieme a noi.

Dall’altra parte Simone Pianigiani spiega: “E’ stata una partita in cui entrambe le squadre hanno giocato ad alto livello. L’abbiamo vinta grazie ai rimbalzi ed ai palloni recuperati. Abbiamo bisogno di tempo per inserire bene Nunnally e Nedovic in squadra, ma oggi i ragazzi hanno fatto davvero una grande partita”.

Lei ha detto che non guarda mai la classifica, ma dopo la vittoria di oggi non pensa che la qualificazione sia a portata?
“Noi non guardiamo la classifica, anche perché le chance di passare non sono tantissime. In queste ultime partite abbiamo sei grandi sfide contro squadre molto forti (probabilmente più forti di noi). La qualificazione alla fase successiva deve essere senza dubbio il nostro obiettivo, perché è importante in Europa costruirsi un nome. La squadra non è quella che avevamo pensato in estate, ma oggi abbiamo dimostrato di essere dei combattenti e di poter raggiungere degli ottimi risultati. James è Nunnally cambiano radicalmente la squadra con le loro qualità. C’è tanto da fare ed è importante preparare bene le prossime sfide. Tarczewski ha giocato sopra le mie aspettative quest’oggi, e così anche Omic”.

Secondo lei gli extrasforzi, oltre che dal pubblico, dipendono anche dalla voglia di riscatto dopo la disfatta contro la Virtus Bologna in Coppa Italia?
“Oggi è stata una partita molto complessa. I giocatori erano senza dubbio delusi ed arrabbiati dopo la sconfitta contro Bologna alle F8, ovviamente non sono macchine. Nessuno vuole perdere, ma ci può stare: sbagliare una partita succede a tutti. É impossibile giocare 90 partite con la qualità che abbiamo messo in campo questa sera contro il Maccabi. Purtroppo abbiamo sbagliato una partita ad eliminazione diretta. Oggi avevamo sicuramente una spinta in più e questo è stato determinante contro un Maccabi che, come noi, domina il campionato ma non è riuscito a vincere la coppa. In ogni caso sono orgoglioso dei miei giocatori, anche se hanno sbagliato una partita”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.