Il proprietario degli Heat smentisce il ban di Justin Bieber per le partite di Miami

Home

28184050e

Ieri sera avevamo annunciato come i Miami Heat avessero bannato Justin Bieber dall’assistere alle gare casalinghe della franchigia in seguito all’arresto di Giovedì per guida senza patente e in stato di ebbrezza. Al cantante erano stati infatti revocati i biglietti per la partita contro i Lakers.

Bieber è poi stato rilasciato il giorno stesso su pagamento di una cauzione da 2500 dollari, recandosi prima davanti ad un giudice solo un’ora dopo l’arresto. E’ stato però direttamente il proprietario dei Miami Heat, Micky Arison, a smentire il ban al diciannovenne canadese su Twitter:

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

 

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.