Il prossimo campionato di Serie A sarà con 18 squadre e senza retrocessioni?

Home Serie A News

Nuova ipotesi per il prossimo campionato di Serie A: una stagione senza retrocessioni.

Sembra questa l’idea di cui domani si discuterà durante l’assemblea di Lega Basket. Una soluzione che servirebbe a salvaguardare i club dal tracollo economico che potrebbe configurarsi con diverse partite a porte chiuse e i relativi mancati incassi. L’idea ha preso ancora più corpo dopo aver constatato che nel Decreto Rilancio, presentato ieri dal Governo, non è presente la misura del credito d’imposta per le sponsorizzazioni sportive, invocato a più riprese da LBA come misura essenziale per poter attrarre dei partner.

La soluzione del girone unico con 18 squadre ma senza retrocessioni metterebbe d’accordo chi voleva iniziare normalmente a Ottobre e chi, invece, proponeva i due gironi da dieci squadre con partenza ritardata per ridurre il numero di partite senza pubblico. Stando a quanto riporta la Gazzetta dello Sport su questa ipotesi ci sarebbe il gradimento di gran parte dei club. A queste condizioni sarebbe assicurata l’iscrizione della Vuelle Pesaro e di tutte le altre compagini che ponderavano il riposizionamento, resta solo da stabilire come individuare la 18a squadra con Torino che resta comunque in pole position.

In attesa dell’indicazione che dovrebbe arrivare dalla riunione di domani, la FIP si è portata avanti e ha già convocato un Consiglio Federale straordinario per il 21 Maggio, con tutta probabilità per discutere proprio delle proposte di LBA.

Come evitare che troppi club compongano roster poco competitivi? Si valuta di istituire un monte ingaggi minimo come quello che esisteva nei primi anni del secolo e di rendere ancora più stringenti i controlli finanziari.

Per il futuro i piani dovrebbero prevedere una stagione 2021/22 con 20 squadre (vista la conferma delle due promozioni dall’A2) e quattro retrocessioni per un totale di 18 formazioni al via nel 2022/23, tornando a 16 dal 2023/24.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.