Il Real Madrid batte il Barcellona in un “clasico loco”

Eurolega Home

Il clasico di EuroLega se lo prende il Real Madrid grazie a una difesa eccezionale nell’ultimo quarto, dopo una partita che ha vissuto di ondate per i primi 30 minuti. Successo meritato per i madrileni, anche perché il Barcellona insegue sempre, nel punteggio ma soprattutto nel gioco, ad eccezione di un secondo quarto totalmente a tinte blaugrana.

Il primo periodo, però, è favorevole ai padroni di casa, anche perché gli ospiti, dopo la tripla iniziale di Mirotic, si spengono e incassano un break di 15-0 propiziato da Campazzo, Deck e Randolph. Il Barça è totalmente in balia degli avversari e rischia già di affondare quando entra Mickey che spedisce i suoi oltre le 20 lunghezze di vantaggio. Dopo il clamoroso 30-11 della prima frazione, i ruoli s’invertono nella seconda: Kuric e Tomic prendono per mano l’attacco catalano e ricuciono lo strappo, riportando la loro squadra sul -8 in poco più di 3 minuti. Il timeout di Laso non sortisce gli effetti sperati e poco dopo Hanga infila il nuovo mini-break che vale la parità, infine Mirotic firma addirittura il sorpasso e all’intervallo i viaggianti sono clamorosamente avanti 48-50.

Grande impatto di Taylor dopo l’intervallo: due triple dello svedese aiutano il Real a tornare avanti in doppia cifra (+11) con un approccio rivedibile del Barcellona al rientro in campo. Mirotic prova a inventare qualcosa ma Deck e Mickey sono chirurgici, anche se all’ultimo riposo ci sarebbe ancora speranza per i blaugrana, sotto di 7. In realtà però i blancos alzano moltissimo il livello della loro difesa, anche grazie all’intimidazione di un ottimo Tavares nel pitturato. La sfida perciò diventa più sporca, dopo tre periodi spumeggianti, ma a beneficiarne è solo il Real, che così ha gioco facile nel difendere il margine accumulato, anche quando Tavares viene espulso per somma di falli tecnici (il secondo per uno screzio con Higgins dopo l’ennesima stoppata). È di fatto questo l’ultimo sussulto di una sfida altalenante come poche ma alla fine deciso nella propria metà campo dai madrileni. Dall’altra parte, invece, pesano tantissimo le serate storte di Higgins e Delaney: 2/12 dal campo per il primo, 3/8 per il secondo almeno insacca tre triple, due delle quali nell’ondata del secondo quarto.

TABELLINI

Real Madrid: Causeur, Randolph 16, Fernandez 6, Campazzo 13, Laprovittola 4, Deck 13, Garuba 6, Carroll n.e., Tavares 2, Llull 6, Mickey 12, Taylor 8.
Barcellona: Davies, Ribas 4, Hanga 5, Smits 2, Pustovyi n.e., Oriola 5, Higgins 7, Delaney 9, Kuric 12, Bolmaro n.e., Mirotic 19, Tomic 13.

 

LE STATISTICHE COMPLETE DELL’INCONTRO.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.