Il Real Madrid vince in volata e abbatte Efes Istanbul

Coppe Europee Eurolega

REAL MADRID – ANADOLU EFES ISTANBUL 92-84
(21-21/21-21/22-19/28-23)

Si infrange solo al 38esimo il sogno del colpaccio esterno per Anadolu Efes, che cade nella sfida contro un super Real Madrid mai sopraffatto dai brillanti avversari.

Una gara agguerritissima quella della Wizink Arena con due squadre che giocano a livelli pressoché identici. Micic e Simon sono i protagonisti del vantaggio iniziale degli ospiti, che però trovano in Randolph un grosso nemico: il nazionale sloveno è mattatore e salvatore dei blancos, in generale confusione nella prima frazione. E’ suo il canestro che decide la parità in risposta a quelli avversari di Beaubois e Micic (21-21). I turchi aspirano al colpaccio e cercano nel ritorno in campo il doppio possesso di vantaggio: nel tabellino dei marcatori si iscrive anche un ispirato Motum, ma il suo solo apporto non basta contro Tavares e compagni, che invece stanno a ruota per tutta la seconda decina. Il Real decide nel finale di provare a chiudere avanti: il 7-0 della triade CarrollLlullRudy ribalta il risultato, e la tripla di Campazzo conferma l’ottimo finale. Nonostante tutto possa andare contro il lavoro svolto l’Efes riesce comunque a ritornare nello spogliatoio a testa alta con due canestri validi per il pareggio, il secondo alla sirena con il solito enorme Micic (42-42).
Due parziali da 21 pari dopo, la gara si accende: la prima accelerata è dei padroni di casa, la seconda è della compagine turca, per metà quarto nulla cambia sul fronte e si è ancora in parità. Tanti sono gli spazi concessi, tanti anche i rimbalzi concessi ai madrileni, ma comunque l’intensità rimane altissima. All’apporto di Randolph si aggiunge anche quello di Llull, che sfida Moerman e vince più volte. Alla sirena abbiamo il primo vantaggio, ed è locale (64-61). Non si placano gli animi neanche un secondo, nonostante la precisione inizi a mancare su ambe parti. La lunghezza della panchina del Real aiuta tantissimo a dare ossigeno ai vari protagonisti della sfida: emergono Reyes e Carroll a contrastare Pleiss e compagni, ma soprattutto diventa fondamentale Llull, mattatore solitario nell’allungo decisivo di 8 punti. Adesso è sempre più difficile per Efes riprendere gli avversari; i ragazzi di coach Ataman tentano in tutti i modi ma litigano con il canestro. Alla fine sorridono Llull e Campazzo, che con due triple distruggono i sogni di gloria avversari (92-84).

REAL MADRID: Randolph 24 – Llull 19 – Tavares 10

ANADOLU EFES ISTANBUL: Micic 21 – Pleiss 15 – Motum 13

Qui le statistiche complete della gara!

  • 11
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.