Il tiro di Brooks si spegne sul ferro: l’Olimpia Milano lotta ma cade sul campo del Maccabi

Coppe Europee Eurolega Home

MACCABI TEL AVIV – AX ARMANI EXCHANGE MILANO 94-92

Partita dall’altissimo punteggio quella andata in scena sul parquet della Menora Mivtachim Arena: il Maccabi si impone su una mai doma Olimpia Milano al termine di una vera battaglia, O’Bryant è l’MVP di serata, per l’ex Knicks partita pazzesca da 32 punti con 5/8 da due, 5/7 da tre, 7/8 dalla lunetta, 5 rimbalzi, 3 assist, 3 rubate e 44 di valutazione. Arriva l’ottava sconfitta in Eurolega per l’AX, colpevole di aver sprecato forse troppo contro una squadra assolutamente alla sua portata.

Il Maccabi parte forte sulle ali del duo Kane-Wilbekin ma l’Olimpia, grazie alle giocate di un positivo Brooks, rimane saldamente in partita: gli uomini di Pianigiani piazzano la zampata a metà terzo quarto, Nedovic (6 punti) e compagni aprono un parziale di 14-0 che mette in difficoltà il Maccabi. Inizia il giro dei cambi in casa Olimpia e gli israeliani tornano in gara: dopo un buon finale di periodo da parte di Milano il primo quarto si chiude sul 24-21 per l’AX.

Primo tempo difficile per Gudaitis

Il buon momento del Maccabi continua, Roll e O’Bryant puniscono l’Olimpia dalla lunga distanza per il nuovo vantaggio (27-24) e Pianigiani è costretto a fermare la gara con il timeout. Il parziale del Maccabi aumenta ancora con O’Bryant, vera spina nel fianco della difesa milanese in questo momento della gara: è James con una bella tripla dall’angolo a fermare l’emorragia. Il ritmo si alza, il Maccabi si esalta e prova la nuova fuga (34-29), ma l’Olimpia c’è e risponde con un 5-0 per tornare in gara (34-34): le due squadre continuano a macinare punti e buon gioco, se in casa AX sono Tarczewski (10p), Nedovic e Micov a fare la differenza, dall’altra parte sono le torri Tyus-O’Bryant a non avere pietà. Si va al riposo lungo su 48-46 AX dopo la clamorosa bomba dal logo di Wilbekin.

La gara continua su ritmi molto alti con le due squadre molto incisive dalla lunga distanza: Nedovic e Micov sono il faro per l’Olimpia, in modo particolare il “professore” spicca con i suoi con 11 punti, 6 assist e 6 rimbalzi, ma l’AX, nonostante i punti del duo serbo, non riesce a scappare. I rimbalzi d’attacco e le percentuali da tre punti del Maccabi (su tutti Wilbekin), tengono a galla gli israeliani (58-57 Milano). E dopo Wilbekin, si aggiunge al festival dei tre punti O’Bryant: l’ex Bucks infila tre bombe di fila per il nuovo sorpasso dei suoi che provano ad allungare sul 68-63. O’Bryant non si ferma, il n°3 in maglia Maccabi raggiunge quota 25 (con 34 di valutazione), l’Olimpia barcolla, soprattutto dopo il quarto fallo di Nedovic, ma non molla: gli uomini di Pianigiani rialzano la testa e tornano in gara, la bomba di James sulla sirena manda le due squadre all’ultimo mini-riposo sul 75-75.

Micov, uno dei più positivi in maglia Olimpia

Si abbassano i ritmi e le percentuali, Milano prova la nuova fuga, questa volta sulle ali di un rinvigorito Gudaitis e del solito James: è la difesa a fare la differenza per gli uomini di Pianigiani, che dopo il canestro dell’ex Pana tentano di scappare via (83-78). Niente da fare, O’Bryant rientra sul parquet e in un amen il Maccabi torna in gara grazie ai suoi 5 punti consecutivi (30 punti). Negli ultimi minuti la partita è caratterizzata da una serie infinita di sorpassi e controsorpassi, Milano si affida a James che, intestardendosi, forza troppo e permette al Maccabi di stare avanti: la bomba di Caloiaro manda in visibilio la marea gialla (91-89 Maccabi), Micov completa un gioco da tre punti per il sorpasso ospite (92-91) e poi Tyus realizza dalla lunetta (93-92). L’AX ha la palla del sorpasso ma James spreca tutto: non è ancora finita, Ray fa 1/2 dalla lunetta, l’Olimpia può ancora farcela. L’ultimo tiro è ben costruito, è Brooks a prenderselo dall’angolo: la palla gira sul ferro ed esce dal canestro, niente da fare, vince il Maccabi 94-92.

MACCABI TEL AVIV: Ray 3, Wilbekin 13, O’Bryant 32, Caloiaro 3, Roll 3, Kane 12, Tyus 16, DiBartolomeo 3, Cohen 7, Zoosman 2

ARMANI EXCHANGE MILANO: James 16+8ast, Micov 16+8rim+6ast, Gudaitis 10, Bertans 0, Tarczewski 10, Nedovic 17, Kuzminskas 7, Cinciarini 0, Brooks 13, Jerrells 3

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.