Il “tornado” Agrigento spazza via Reggio Calabria

Serie A2 Recap

FORTITUDO MONCADA AGRIGENTO – VIOLA REGGIO CALABRIA 90-58
(21-15, 24-17, 22-8, 23-18)

Agrigento torna alla vittoria contro Reggio Calabria: al palaMoncada i siciliani demoliscono una squadra senza identità

Quintetti
AGRIGENTO: Buford, Piazza, Evangelisti, De Laurentiis, Chiarastella
REGGIO CALABRIA: Caroti, Fabi, Baldassarre, Guariglia, Voskuil

Stato di forma
La Fortitudo Agrigento, reduce da due sconfitte consecutive, ritorna al PalaMoncada con l’intenzione di riprendere a correre.
La Viola Reggio Calabria, dopo tre sconfitte consecutive, prova a ripartire da uno dei parquet più difficili della serie A2.

Assenze
Agrigento si presenta senza Ferraro, Reggio Calabria deve rinunciare a Mazic.

Scelta tattica
Agrigento punta sulla fisicità e sulla difesa, inoltre, pressa sin dall’inizio nel tentativo di arginare Voskuil nei tiri dalla distanza. Gli ospiti, orfani di Mazic e con Fabi e Caroti non ancora in forma, provano a giocare ad armi pari ma, già a metà incontro, devono arrendersi alla corazzata biancazzurra.

IMG_6211La gara
Agrigento parte concentratissima e si porta immediatamente sul 6-0, tuttavia gli ospiti reagiscono e, a metà quarto il punteggio è ancora in equilibrio sul 12-11. I padroni di casa ritornano a macinare il gioco e difendere bene, fino a concludere il primo quarto in vantaggio di 6 punti (21-15).
Il secondo quarto, dopo l’iniziale allungo per i biancazzurri, che si portano a +10 (27-17), vede il “risveglio” degli ospiti che, a metà frazione, si riportano a -6 (32-26), poi solo Fortitudo che grazie alla classe di Buford, riesce ad allungare fino a +15 (45-30) a pochi secondi dalla sirena. Il quarto si concluderà sul 45-32.
Anche la ripresa inizia all’insegna dei padroni di casa che allungano subito a +18 (52-34) per portarsi a +20 a metà frazione, i reggini riducono il gap con il solito Baldassarre e Guaccio (56-40) poi è ancora solo Agrigento che, con un parziale di 11-0 si porta sul + 27 (67-40) con il quale si chiude non solo il quarto ma anche il match.
L’ultima frazione si gioca solo per regolamento, gli ospiti scendono in campo oramai senza motivazioni. Dopo solo tre minuti di gioco il gap si fa pesantissimo +34 per la Fortitudo Moncada (76-42) tant’è che i tifosi ospiti abbandonano, tra le proteste, il palazzetto. Per la cronaca, il massimo vantaggio, +36 (86-50), viene toccato a tre minuti dal termine dell’incontro. Rimane il tempo per l’ingresso in campo dei gemelli Tartaglia e di Cuffaro che giocano due minuti e, addirittura realizzano due punti Cuffaro e due Andrea Tartaglia. L’incontro finisce sul punteggio di (90-58).

Migliori in campo
AGRIGENTO: Buford, 16 punti, 7 rimbalzi, 6/11 da due, 1/4 da tre
REGGIO CALABRIA: Baldassarre, 21 punti, 5 rimbalzi, 8/9 da due, 1/5 da tre

Peggiori in campo
AGRIGENTO: Ottima affermazione corale, nessun peggiore
REGGIO CALABRIA: Fabi, 0 punti, 1 rimbalzi, 0/1 da due, 0/2 da tre

Tabellini

Moncada Agrigento: Perrin Buford 16 (6/11, 1/4), Marco Evangelisti 15 (4/8, 1/2), Albano Chiarastella 13 (4/4, 1/2), Ryan Bucci 12 (0/0, 4/4), Damen Bell-holter 10 (2/5, 1/3), Ruben Zugno 10 (1/3, 1/2), Quirino De laurentiis 8 (3/4, 0/0), Alessandro Piazza 2 (1/2, 0/0), Giuseppe Cuffaro 2 (1/2, 0/0), Andrea Tartaglia 2 (1/1, 0/0), Mario Tartaglia 0 (0/0, 0/1), Innocenzo Ferraro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 36 6 + 30 (Albano Chiarastella, Quirino De laurentiis 9) – Assist: 19 (Alessandro Piazza 5)

Viola Reggio Calabria: Patrick Baldassarre 21 (8/9, 1/5), Ivica Radic 12 (5/11, 0/0), Tommaso Guariglia 8 (4/8, 0/0), Marco Laganà 6 (3/10, 0/1), Alan Voskuil 5 (1/4, 1/4), Lorenzo Caroti 2 (1/3, 0/1), Celis Taflaj 2 (1/1, 0/1), Angelo Guaccio 2 (1/1, 0/1), Agustin Fabi 0 (0/1, 0/2), Roberto Marulli 0 (0/1, 0/2), Levan Babilodze 0 (0/1, 0/0), Simone Ciccarello 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 9 – Rimbalzi: 29 10 + 19 (Ivica Radic 8) – Assist: 12 (Lorenzo Caroti 5)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.