Il trionfo di Cremona, le parole a caldo dei protagonisti in maglia Vanoli

Home Serie A News

Le parole rilasciate a caldo a Rai Sport da tutti i protagonisti della Vanoli Cremona dopo la vittoria della Coppa Italia in finale contro Brindisi.

Sacchetti: “So che Diener è un po’ pazzo ma a me i giocatori bravi e un po’ pazzi sono sempre piaciuti, non è più un ragazzo ma è importante anche ciò che fa fuori dal campo. Più si va avanti e più vincere è dura, con Venezia e Milano pensavamo che la strada fosse chiusa ma dopo i quarti di finale si è aperta la possibilità e ci abbiamo creduto. La prima volta è la più bella ma sono emozionato, è un successo importante per una società e una città come Cremona.

Ruzzier: “Non è giusto parlare dei singoli, applausi per la società e lo staff tecnico ma anche per me. Ora cosa succede? Continuiamo a divertirci come ci siamo divertiti finora in campionato e in Coppa Italia, dobbiamo continuare a fare il nostro basket. Quest’anno ho avuto la possibilità di giocare palloni importanti e questo crea consapevolezza, qualcosa che ci si porta dentro e torna utile nei momenti decisivi”.

Ricci: “Un’emozione incredibile, è il primo trofeo che vinco ma lo abbiamo veramente meritato. Per me è un momento magico, raccolgo i frutti di anni di sacrifici, ora me la godo”.

Diener: “Non ho parole, abbiamo fatto qualcosa di incredibile, ho dei compagni straordinari, eravamo stanchissimi ma ce l’abbiamo fatta ugualmente. La prima partita è stata quella della svolta. Quanto dovrà aspettare ancora Marquette per vedermi in ufficio? Ancora tanti anni”.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.