Mancinelli allo scadere regala la vittoria alla Fortitudo, Imola beffata dopo una coraggiosa rimonta

Serie A2 Recap

Andrea Costa Imola Basket – Consultinvest Fortitudo Bologna 75-76

(20-19; 17-25; 21-22; 17-10)

Partita pazzesca al PalaCattani di Faenza dove la Fortitudo prima va avanti nel match riuscendo anche a toccare i 15 punti di margine a metà della terza frazione; da qui però Imola alza l’intensità e con la forza di volontà riesce a riagganciare gli avversari, ma nell’ultimo decisivo possesso, la bomba di Mancinelli vale i due punti per la compagine di Bologna.

Partita equilibrata, ad alto coefficiente realizzativo e molto corretta sin dalle prime fasi: Imola appare molto concentrata e intelligente a sfruttare i raddoppi sui pick&roll che favoriscono i piazzati di Wilson e Alviti, ma le conclusioni individuali di Legion e Pini tengono il punteggio in bilico sul 11-10 a metà frazione; Penna prova a dare una spinta maggiore con le sue penetrazioni, ma la Consultinvest risponde colpo su colpo e tiene il passo sul 20-19 alla prima sirena. L’equilibrio sembra permanere ad inizio secondo periodo con Prato e Mancinelli, poi McCamey prova a dare una svolta con cinque punti di fila (26-30); la Fortitudo viaggia ad altissime percentuali all’interno dell’arco e in difesa costringe i biancorossi a forzate conclusioni individuali: questi si affidano a Bell per riprendere la gara, ma Legion prima e Cinciarini poi fan sì che i felsinei chiudano i primi 20′ avanti sul 37-44.

Ad inizio ripresa, Penna e Gasparin provano a ridare fiducia all’Andrea Costa, ma ogni errore biancorosso viene punito da Pini e McCamey per il +11 fortitudino; tuttavia, nei possessi successivi, non migliora la sorte dei padroni di casa, che scivolano a 15 punti di distacco (46-61). I felsinei controllano, ma Bell e Alviti non ci stanno a gettare la spugna, poi il canestro di Penna completa un 7-0 che vale il 58-66 prima del quarto finale. Le squadre cominciano a calare di lucidità nei primi minuti dell’ultima frazione, con poca vena realizzativa da parte degli uomini di Boniciolli, mentre i ragazzi di Cavina, nonostante tanta volontà, sprecano importanti occasioni per ritornare a contatto (64-70 a 5′ dalla fine); Wilson e Alviti sfruttano gli errori felsinei per riavvicinarsi a -2, poi i liberi di Maggioli valgono il 72 a poco più di 2′ dalla fine. Imola trova il vantaggio della gara, Bell però gestisce male l’ultimo possesso biancorosso: sull’ultima azione della Fortitudo è Mancinelli che allo scadere firma la vittoria 75-76.

Imola: Bell 19, Penna 8, Wilson 13, Maggioli 8, Simioni, Prato 8, Alviti 11, Rossi, Wiltshire ne, Cai ne, Gasparin 8

Bologna: Mancinelli 15, Legion 16, Amici 7, Italiano 2, Mccamey 9, Gandini, Pini 7, Cinciarini 20, Bryan, Montanari ne, Boniciolli ne, Pederzoli ne

Federico Gaibotti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.