Con un terzo quarto decisivo, gli Sharks espugnano Imola

Serie A2 Recap

Andrea Costa Imola – Roseto Sharks 71-83

(20-18; 21-20; 8-26; 22-19)

fultz roseto

QUINTETTI

IMOLA: Maggioli, Norfeelt, Hassan, Ranuzzi, Hubalek

ROSETO: Smith, Amoroso, Casagrande, Fultz, Sherrod

LA GARA

Smith e Hubalek danno il via ai giochi, in un primo quarto che sembra equilibrato in principio: gli ospiti provano ad allungare con la tripla del 6-11 di Amoroso, ma il ceco biancorosso ha la mano calda in questo avvio di gara e riporta i suoi al pareggio a quota 12. Da qui gli uomini di Ticchi esprimono un gioco aggressivo in fase offensiva, merito anche delle rotazioni, con Prato e Preti a fare la differenza; nonostante questo i lampi di Casagrande e Mei mantengono aperti i giochi sul 20-18 di fine primo quarto. L’equilibrio sembra permanere ad inizio di seconda frazione, anche se Imola tiene bene il campo, poi Prato piazza la bomba del 27-20 che vale il primo allungo; ora le squadre spostano il raggio di tiro da oltre l’arco rispondendosi colpo su colpo per il 30-26. Affidandosi a Maggioli, gli imolesi provano a conservare due possessi di vantaggio, ma Amoroso e soprattutto Smith cambiano ritmo e riportano gli abruzzesi al pareggio a quota 36; l’americano sembra immarcabile, ma è la tripla di Hassan che porta i biancorossi negli spogliatoi sul 41-38.

Al rientro in campo, le squadre tornano a darsi battaglia di alto livello agonistico con pronte risposte da una parte e dall’altra per il 46-47 dei primi 4′; ma da qui la partita svolta: Fultz si trasforma in un’arma offensiva e con 6 punti di fila lancia gli Sharks sul 46-55. Da qui non solo i biancorossi faticano a trovare contromisure, ma subiscono anche le penetrazioni degli esterni rosetani che accumulano preziosi punti dalla lunetta e vanno all’ultimo periodo avanti 49-64. Nell’ultimo periodo, gli Sharks azzannano la gara con tre triple in successione di Fattori, Smith e Radonjic che valgono il 53-73 che a 6′ e mezzo dal termine, esalta gli ospiti e li mette al sicuro dagli avversari; Maggioli e Hubalek provano la reazione disperata, ma il vantaggio accumulato dagli ospiti è troppo ampio e la precisione negli attacchi non sufficiente per sperare in un riaggancio. Roseto può così controllare e vincere per 71-83.

MIGLIORI IN CAMPO

IMOLA: Jiri Hubalek, in palla all’inizio, si perde un po’ nel corso del match provando la reazione finale ma non basta. Chiude con 19 punti.

ROSETO: Adam Smith, dominante nella ripresa, immarcabile per tutta la gara, sigla 26 punti a cui aggiunge 6 rimbalzi.

PEGGIORI IN CAMPO

IMOLA: Norman Hassan, di solito è molto più partecipativo nelle azioni biancorosse, oggi chiude con 7 punti e 3 rimbalzi in 25′

ROSETO: Nicola Mei, chiude con 5 punti ma con 2/6 dal campo e 4 falli in 16′

TABELLINI

ANDREA COSTA IMOLA: Prato 10, Hubalek 19, Ranuzzi 10, Hassan 7, Preti 7, Maggioli 10, Norfleet 8, Cai ne, Wiltshire ne, Paci, Tassinari; Rimbalzi: 38 (Ranuzzi 10); Assist: 16 (Prato, Norfleet, Ranuzzi 4); T2: 23/43; T3: 4/19; TL: 13/19

ROSETO SHARKS: Casagrande 14, Smith 26, Fattori 6, Fultz 10, Mariani NE, Radonjic 5, Cantarini, Mei 5, Amoroso 10, Sherrod 7; RIMBALZI: 42 (Sherrod 11) ASSIST: 13 (Smith, Fultz 3); T2: 16/36; T3: 11/28; TL: 18/22

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.