Impresa Pesaro: crolla subito a -20 ma rimonta e batte Avellino

Home Serie A Recap

VUELLE PESARO 91 – 89 SIDIGAS AVELLINO

(8-28 / 32-20 / 25-23 / 26-18)

La Vuelle Pesaro rinasce dalle ceneri. Dopo un primo quarto terribile, dove ha concesso di tutto ad Avellino, riesce a rimontare e a mettere la parola fine alla striscia di 7 sconfitte consecutive. Nei primi 10 minuti, la Sidigas trainata da Green e Nichols, vola sul +20 e sembra avere in pugno la partita; ma nel secondo quarto la Vuelle, grazie alle triple di Blackmon, torna in carreggiata. Il finale è al cardiopalma, ma grazie ad un’ottimo Mockevicius e Monaldi ottimo in difesa, Pesaro riesce a mettere la testa avanti e resistere agli attacchi di Udanoh e Sykes. Per Pesaro i migliori realizzatori sono stati Blackmon (24), Lyons (17) e Mockevicius (14+16 rimbalzi), mentre per Avellino i migliori sono stati Harper (19), Sykes (18) e Udanoh (17).

Inizio con le polveri bagnate per entrambe le squadre, con Udanoh che segna i primi punti di serata dopo due minuti. Dopo i punti di Green, anche la Vuelle si sblocca (dopo tre minuti e mezzo) con una tripla di Dominic Artis a seguito di un rimbalzo offensivo di Zanotti. Dopo un paio di attacchi confusionari, coach Boniciolli decide di chiamare time out con Avellino che prova ad allungare sul 9-3. Si iscrive alla partita anche Mockevicius, ma Avellino gira bene palla in attacco e Udanoh schiaccia i punti 6 e 7 della sua partita, a cui segue un facile lay-up concesso a Sykes. Caleb Green è dimenticato da tutta la difesa della Vuelle e segna la tripla del 7-20, con coach Boniciolli che è costretto a chiamare di nuovo time-out, mentre il pubblico inizia a spazientirsi. Negli ultimi minuti di primo quarto Avellino riesce anche ad allungare, i primi 10 minuti terminano 8-28.

Alla ripresa delle operazioni Pesaro, che ha chiuso il primo quarto con un -2 di valutazione di squadra, cerca di ridare un senso alla partita con i canestri di Artis e Blackmon, ma la tripla di Filloy ricaccia subito indietro i biancorossi. I padroni di casa iniziano a trovare la via del canestro con più continuità, ma gli ospiti riescono a rispondere colpo su colpo ed il passivo rimane ampio. Nichols sale in cattedra nell’attacco avellinese e mette due triple in successione, mentre la Vuelle ritrova il vero James Blackmon, che entra in partita. Pesaro stringe le maglie in difesa e Avellino si crogiola troppo sul vantaggio: a tre minuti al termine del primo tempo è -12. Blackmon è spiritato e segna un’altra tripla e ruba palla che però non riesce a concretizzare in altri 3 punti, ma ci pensa Mockevicius a strappare il rimbalzo e segnare due punti dalla lunetta. La Vuelle cerca di risalire la corrente e arriva a -7. La tripla di Sykes fa abbassare l’entusiasmo della Vuelle, che riesce comunque a chiudere sotto solo di 8 il primo tempo: 40-48.

Zanotti apre le marcature nel secondo tempo, a cui risponde Udanoh su rimbalzo offensivo dopo una forzatura di Sykes dettata da un grande lavoro di Monaldi. Avellino torna a +12 grazie a tre centri consecutivi da dietro l’arco di Keifer Sykes che sale a quota 16. Il 2+1 guadagnato da Harper, su dubbio fallo di Mockevicius (arrivato a quota 4), convince Boniciolli a fermare la partita: 47-61 a 6′ dal termine del terzo quarto. Zanotti è super, 13 nel solo terzo periodo, ma Avellino guidata da Harper, Nichols e Sykes che tengono la Sidigas avanti di 10. Lyons e McCree accorciano le distanze sul finale del terzo periodo: 65-71 dopo 30′.

Monaldi è il migliore in difesa per i biancorossi, che però rallentano in attacco e non riescono a rientrare a meno di due possessi. La truppa di coach Nedad Vucinic è in calo e la Vuelle, con Lyons, ne approfitta: 69-73. Udanoh rientra e si fa subito sentire con due realizzazioni, ma Monaldi e Lyons rispondono con il tiro pesante e Pesaro è a -2. Harper prova a guidare i suoi nella bolgia della VitriFrigo Arena, ma la Vuelle è più viva che mai e con i liberi di McCree pareggia la partita a quota 81. Il finale è thrilling: Avellino perde palla e McCree, con l’aiuto del ferro, segna il +3. Udanoh segna, ma subito dopo commette il suo 5° fallo e Mockevicius dalla lunetta fa 1/2. Nichols segna da tre il +1, ma dall’altra parte Mockevicius segna, subisce il fallo e converte il libero. Un minuto alla fine: 88-86.  Caleb Green commette il primo fallo della sua partita, ma è pesantissimo perché è in attacco ed i suoi perdono palla. Mockevicius commette infrazione di passi e a 30″ la palla è di nuovo di Avellino. Il lungo della Vuelle stoppa Harper e Sykes deve fare fallo, ma sul peggiore cliente: Blackmon che a 10″ dalla fine fa 2/2. Mockevicius commette un ingenuo fallo sulla tripla di Harper che, dopo aver sbagliato il primo e segnato il secondo, sbaglia volontariamente il terzo e Green è il più lesto a raccogliere e depositare altri due punti. 90-89 a 4,2 secondi. Dopo il time out la palla va nelle mani di McCree che subisce fallo e dalla lunetta fa 1/2. Il tiro della disperazione di Sykes è fuori di un soffio. Pesaro vince 91-89.

TABELLINI:

Vuelle Pesaro: Blackmon 24; McCree 12; Artis 5; Murray 3; Lyons 17; Ancellotti 0; Monaldi 3; Zanotti 13; Mockevicius 14; Conti N.E.; Calbini N.E.; Alessandrini N.E.. All. Matteo Boniciolli

Sidigas Avellino: Udanoh 17; Green 13; Nichols 17; Filloy 3; Harper 19; D’Ercole 0; Sykes 18; Ndiaye 2; Campani N.E.; Campogrande; Spizzichini N.E.; Sabatino N.E.. All. Nedad Vucinic

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.