Intervista esclusiva BasketUniverso: Daniele Magro

Home

BasketUniverso ha intervistato in esclusiva per voi l’ala della Nazionale, militante nella Reyer Venezia, Daniele Magro.

Daniele Magro

1) Ciao Daniele, grazie per la tua disponibilità. Partiamo subito con la Reyer: nonostante un avvio sottotono, la squadra è ritenuta tra le big. Secondo te, è l’anno buono per arrivare fino in fondo?

Noi pensiamo solo alla prossima partita per cui fare previsioni così a lungo termine non avrebbe senso. Tanto più che questo è un campionato equilibratissimo.

 

2) Il mercato ha portato parecchi giocatori di alto livello: Easley, Taylor, Vitali e Smith. Chi, secondo te, si rivelerà più determinante?

La realtà é che non bisogna guardare ai singoli ma tutto deve partire dal gioco di squadra. E’ solo grazie a quello se poi i singoli riescono a far bene.

 

3) Parliamo di te. Quest’estate hai partecipato all’Europeo in Slovenia; cosa ti è rimasto impresso di questa esperienza?

L’altissimo livello tecnico delle squadre. Nettamente superiore a qualsasi campionato. Ci sono i più forti, molti Nba: Gasol, Parker. E poi anche sentire che i tifosi fanno il tifo per te gridando “Italia” fa veramente effetto.

4) Cresciuto cestisticamente a Piove di Sacco e affermatosi a Venezia. Che ne pensi del panorama cestistico veneto?

Di persone come il nostro presidente, che investono nel basket, ce ne sono poche. Per questo oltre all’Umana Reyer in serie A e Verona in Legadue Gold poi c’é purtroppo il vuoto.

5) Hai raggiunto la convocazione in Nazionale, con la Reyer sei uno dei punti fermi, sogni qualcosa di più?

Questo é un mestiere dove bisogna confermarsi tutti i giorni, non ci si deve mai accontentare e si deve puntare a migliorarsi sempre.

 

6) Tra i tuoi compagni di Nazionale, con chi hai legato di più?

Un pò con tutti perché era veramente un bel gruppo. Mi sono sempre trovato bene con Datome, che conosco da una vita, Cusin e Gigli oltre a Rosselli e Vitali miei compagni all’Umana Reyer.

 

7) Il campionato quest’anno è più incerto che mai: secondo te, quali sono le squadre da tenere d’occhio?

Milano su tutte ma il livello é talmente alto che la sorpresa può sempre succedere.

 

8) Gigi Datome sta muovendo i suoi primi passi in NBA, com’è stato giocare con lui, sia come compagno che avversario?

Ci conosciamo da tanto tempo. E’ troppo forte, dentro e fuori dal campo. E’ un personaggio splendido che merita tutto quello che ha avuto fino ad ora, compreso l’Mvp della scorsa stagione e la chiamata in Nba.

 

[banner]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.