Intervista di HoopsHype ad Alessandro Gentile: “Concentrato su Milano, la NBA è un sogno”

Home

BASKET-EURL-BAMBERG-MILAN

David Alarcon, giornalista per il sito HoopsHype, ha realizzato un’intervista ad Alessandro Gentile, capitano dell’Olimpia Milano, in vista di un possibile approdo in NBA già dal prossimo anno. L’ala bianco-rossa, che ha compiuto da poco 21 anni, potrebbe infatti rendersi eleggibile per il prossimo Draft, gli esperti di NBADraft.net lo classificano come 40esima scelta assoluta, chiamata attribuita al momento ai Cleveland Cavaliers.

Dove ti senti più a tuo agio in campo? A giocare da ala piccola o da guardia?

Francamente, è lo stesso. Devi dimostrare di saper fare tutto sul terreno di gioco.

Dove pensi di dover migliorare di più?

In molte cose. Sai, nel tiro, nel dribbling, ci sono molte cose che devo migliorare.

Chi è il tuo modello di giocatore?

Non lo so, penso che ogni giocatore sia diverso. Ad esempio mio padre, Nando Gentile, era una point guard, sono abilità diverse. Non si possono paragonare i giocatori, possono avere abilità simili, ma non si possono comparare.

Ti aspetti che l’Italia ottenga la wild card per i Mondiali 2014?

Non lo so. Lo spero veramente e penso che ce lo meriteremmo. Abbiamo dimostrato sul parequet che ce la meritiamo più degli altri, quindi sicuramente spero ce la concedano.

Quali sono i tuoi piani futuri? Ti vedi a giocare nella NBA?

Al momento, no davvero. Sono concentrato sulla stagione con Milano, come ho sempre detto; la NBA è certamente un sogno per tutti… Se un giorno ci arriverò, sarò felice. Per il momento gioco ancora in Europa con Milano.

Cosa ti aspetti dal Draft?

Non lo so, davvero. Non ci penso molto e non mi interessa al momento. Sono concentrato per giocare bene qui ora.

Se dovessi venire selezionato al Draft, hai intenzione di rispettare il tuo contratto con Milano o hai intenzione di rincorrere subito il sogno NBA?

Non lo so, dipende da molte cose. Se avessi l’opportunità di giocare, ne parlerei con la squadra prima. Poi, ovviamente, andrei a giocare in NBA. Ma se nulla cambia, starò qui con Milano.

Sei un tifoso di qualche squadra NBA o di un giocatore?

Sono un grande fan dei Los Angeles Lakers. Kobe Bryant è il mio giocatore preferito, quindi dico Lakers.

Qualcuno dei giocatori italiani in NBA ti ha dato dei consigli?

Non ho un grande rapporto con loro, non ho tempo di parlarci. Ho conosciuto Marco Belinelli con la Nazionale l’estate scorsa, ma non ne abbiamo parlato. So che è un altro tipo di pallacanestro, un altro mondo.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.