Italia femminile, è un sonoro +60 a Pavia contro la Macedonia

Nazionali News

Un PalaRavizza vestito a festa ed esaurito in ogni ordine di posti ha salutato il netto successo della Nazionale Femminile sulla Macedonia (93-33). Le migliori marcatrici della squadra di Marco Crespi sono state Cecilia Zandalasini con 21 punti e Giorgia Sottana con 20, in doppia cifra anche Francesca Dotto a quota 12 e Masciadri a 10 (oggi 1.700 punti in Azzurro per il capitano!). Importante anche la doppia doppia messa insieme da Olbis Andre con 12 punti e 11 rimbalzi.

Nel quarto impegno degli EuroBasket Women 2019 Qualifiers, le Azzurre hanno colto il secondo successo consecutivo e ora sono in testa al girone H in coabitazione con la Svezia, che oggi ha superato la Croazia 63-55.

Gli ultimi impegni delle qualificazioni all’Europeo sono in programma nel prossimo novembre, in Croazia e in casa con la Svezia. Le squadre già certe di giocare l’Europeo sono solo Serbia e Lettonia, ovvero i due Paesi ospitanti. In palio rimangono altri 14 posti: si qualificano le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde.

“Oltre al risultato è stato importante il contributo di tutta la panchina e le scelte di coach Crespi, che ha lanciato tante giocatrici anche giovani. Abbiamo giocato in un ambiente straordinario, grazie a Broni e a Pavia per l’organizzazione impeccabile del raduno e poi della partita”, ha commentato il Presidente della Fip Giovanni Petrucci.

LA CRONACA – La partita si risolve già nel primo quarto. Il quintetto di partenza, come in Svezia, è composto da Francesca Dotto, Sottana, Zandalasini, Cinili e Andre e immediatamente le Azzurre chiudono il conto col 21-0 messo insieme in avvio grazie ai canestri di Zandalasini e Sottana. L’Italia chiude il primo quarto sul 25-4 e prima dell’intervallo lungo continua ad ampliare il proprio vantaggio fino al +39 del minuto 19.

Coach Crespi amplia le rotazioni nel secondo tempo ma il vantaggio dell’Italia si mantiene costantemente intorno ai 40 punti. In apertura di ultimo parziale i 5 punti consecutivi di capitan Masciadri valgono il +48 (30-78), le Azzurre continuano a tenere il campo con la giusta aggressività, considerato che la differenza canestri generale potrebbe risultare un fattore determinante nel caso in cui l’Italia dovesse arrivare seconda. Il PalaRavizza saluta con un’infinita standing ovation il rush finale delle Azzurre, che mettono insieme un parziale di 22-3 nel quarto periodo. Una festa incredibile, quella di Pavia: nel giorno di San Valentino l’Amore per questa Nazionale si è confermato fortissimo.

Italia-Macedonia 93-33 (25-4; 31-15; 15-11; 22-3)
Italia: Consolini (0/2, 0/2), Filippi 4 (2/2, 0/2), Sottana 20 (3/5, 3/7), Zandalasini 21 (7/10, 2/6), Dotto F. 12 (6/7, 0/3), Masciadri 10 (1/1, 2/6), Crippa (0/3 da 3), Dotto C. 7 (1/4, 1/1), Ercoli (0/4), Nicolodi 2 (1/2), Cinili 5 (1/2, 1/2), Andre 12 (5/7). All. Marco Crespi.
Macedonia: Stojanovska (0/1), Kozhobashiovska 2 (1/1), Tanturovska 4 (1/5 da 3), Lazareska 4 (2/3, 0/1), Musa 1, Nikolikj 2 (1/1, 0/1), Petrushevska, Kmetovska 4 (1/5), Shekjeroska ne, Mitrasinovic 9 (1/6, 1/4), Paris 4 (2/7), Trajchevska 3 (0/5, 1/2). All. Marjan Lazovski
Arbitri: Sebastian Clivez (Svizzera), Bernard Vassallo (Malta), Luis Lopes (Portogallo)
Tiri da due Ita 27/46, Mkd 8/30; Tiri da tre Ita 9/32, Mkd 3/13; Tiri liberi Ita 12/16, Mkd 8/12. Rimbalzi Ita 40 (Andre 11), Mkd 36 (Kmetovska 9). Assist 26 (Sottana 6), Mkd 4 (Kmetovska 2).
Spettatori: 2.800

Fonte: ufficio stampa FIP

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.