Partenza col botto per la nuova Italia di Sacchetti: battuta la Romania

Home Nazionali

ITALIA – ROMANIA 75-70
(26-20/16-13/17-15/16-27)

Esordisce al meglio la nuova Italia di Romeo Sacchetti, che batte la Romania in una partita a correnti alternate. Primi due quarti impeccabili seguiti da altri due rivedibili ma comunque giocati a buon livello. Il duo virtussino Aradori (16 p. e 5 r.) e Gentile (15 p. e 6 r.) domina la scena, così come lo fa un ottimo Della Valle (16 p. e 2 a.), ai primi veri minuti con la casacca della Nazionale senior.

Inizio molto equilibrato al PalaRuffini, con le squadre che nei primi 10′ minuti fanno botta e risposta nelle rispettive metacampo offensive. Aradori e Gentile rispondono al meglio alle incursioni degli ospiti, su tutti Kuti e Mandache, ma sono certamente i padroni di casa ad avere le redini della gara, approfittando degli errori avversari per allungare il proprio bottino. Biligha ma soprattutto Della Valle sono i mattatori del parziale finale, che da subito la doppia cifra di vantaggio ai locali (24-15).

La filosofia del nuovo coach si fa subito sentire, con tante transizioni, piazzati e triple che permettono agli Azzurri di rimanere molto avanti. La Romania certamente fa del suo, non riuscendo a costruire azioni lontane dal macchinoso nel lato offensivo: le tante palle perse permettono il 9-4 dell’Italia, con il vantaggio di 16 lunghezze che si materializza alla metà. Gli ospiti riescono a uscire progressivamente dalle difficoltà con Cate, ma i problemi sono oggettivamente parecchi così come è efficace il lavoro difensivo degli italiani. Per Gentile, Aradori e compagni è passerella sino al finale del tempo (42-28).

Al ritorno in campo la Romania sembra essere molto più convinta rispetto ai minuti precedenti. I ragazzi di Markovski riescono a farsi sentire nell’area azzurra, trovando presto il ritmo. L’Italia sul +12 non può comunque adagiarsi e, nonostante alcuni meccanismi poco oleati, prende ritmo azione dopo azione, ritrovando linfa vitale anche in difesa. Aradori e Abass restituiscono il +17 ai padroni di casa, la tripla di Paliciuc interrompe il break ma a chiudere il periodo è Vitali con il piazzato del +16 (59-43).

Gli ospiti trovano il -10 grazie ai punti di Paliciuc e Cate, accorciando ancora su un Italia che riesce comunque a rispondere con Della Valle e Filloy. I rumeni sono certamente più motivati e i tanti buchi difensivi concessi sono un assist non sempre in porto. La stanchezza inizia a farsi sentire, e per gli azzurri sarebbe il momento del colpo di grazia: Della Valle e Vitali segnano i canestri che allontanano la Romania; Darwiche e un super Cate non sono però d’accordo e continuano a spingere sino al -8. Jordan Watson spaventa il PalaRuffini con un rocambolesco 2+1 che riapre a un minuto dalla fine, ma è solo uno spavento effimero perché a vincere è l’Italia, inaugurando al meglio l’era Sacchetti (75-70).

ITALIA: Della Valle 16, Fontecchio 3, Aradori 16, Gentile 12, Biligha 4, Vitali 7, Filloy 6, Crosariol 4, Abass 5, Burns 0, Polonara 2, Iannuzzi NE

ROMANIA: Watson 14, Mandache 3, Orbeanu 8, Uta 0, Paliciuc 7, Moldoveanu 10, Nicolescu 0, Virna NE, Cate 16, Torok 4, Kuti 6, Darwiche 2

Mario Puggioni
Latest posts by Mario Puggioni (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.