Italiani in Erasmus: bene Bamberg e Pana, Pianigiani ai quarti di Eurocup. Risalgono Arkadia e Spirou

Rubriche

pianigiani hapoel
Doppio successo nelle due partite settimanali per il Fenerbahce. I turchi riescono a sconfiggere il CSKA per 77-71 portandosi così a -2 dai russi, ora secondi in classifica, scavalcati dal Real Madrid. Datome, in 18′ ha realizzato 10 punti conditi anche da 6 rimbalzi. L’ala ex Boston e Detroit, non ha giocato invece la gara di campionato contro l’Istanbul BBSK vinta dal Fener 69-76, grazie ai 18 punti di Bogdanovic.

E’ di una vittoria e una sconfitta il bottino del Baskonia di Andrea Bargnani che incappa, prima nella nona sconfitta in Eurolega nel derby spagnolo contro il Real Madrid (71-79), poi invece in campionato i baschi trovano subito il riscatto e battono senza troppi patemi Andorra (82-91). Nella partita di Eurolega Bargnani ha giocato 12′ mettendo a referto 5 punti, invece in campionato il giocatore romano ha realizzato 21 punti in 24′.

Dopo 4 sconfitte consecutive torna alla vittoria in Eurolega il Bamberg della coppia Trinchieri-Melli, che sconfigge il Maccabi Tel Aviv 90-75 e tiene aperte le speranze di qualificazione ai playoff. Decisivi per la vittoria i 25 punti di uno scatenato Strelnieks autore di una partita impeccabile con 0 errori dal campo (10/10). Al Maccabi non bastano invece i 22 di Goudelock.
In Bundesliga il Bamberg si conferma sempre a -2 dal ratiopharm Ulm battendo 88-78 il Wuerzburg (22+12 di Theis). Settimana sottotono per Melli che nel match di Eurolega mette a referto 8 punti con 8 rimbalzi, mentre in campionato realizza solo 5 punti.

Doppia W anche per Gentile e il suo Panathinaikos, che trova la seconda vittoria nelle ultime tre partite di Eurolega. Il Pana sfrutta così i ko di Darussafaka e Baskonia per portarsi al sesto posto e allungare dal nono, ora distante 4 punti. Nella sofferta vittoria contro il Galatasaray (79-84), coach Pascual concede solo 4′ a Gentile, che conclude la sua partita con 0 punti. Decisamente migliore la prestazione in campionato, dove con i suoi 12 punti (miglior marcatore dei “verdi”) trascina il Pana alla quindicesima vittoria stagionale.

I Lugano Tigers di coach Brienza in SwissBasketball League Cup sono stati sconfitti in semifinale dal Fribourg per 75-65 e così salutano la competizione a un passo dalla finale. A nulla servono i 19 punti di Everett e gli 11 di Williams e Stockalper.
Riposa invece  il Massagno di coach Pasquali che si prepara così al derby proprio con il Lugano che si disputerà venerdì all’Istituto Elvetico di Lugano.

Simon Anumba (facebook.com)
Simon Anumba (facebook.com)

Due vittorie in due giorni per i Manchester Magic dei fratelli Anumba che battono i Leicester Warriors (96-58) ed Essex Leopards (91-90) e agganciano i Reading Rockets al secondo posto in classifica. Michael Anumba contro i Warriors realizza 9 punti, mentre contro i Rockets mette a referto 5 punti in 22′. Simon, invece risulta più decisivo e realizza rispettivamente 10 e 20 punti.

Settimana positiva per l’Arkadia di Gigio Gresta che ottiene due vittorie in altrettante partite. Gli austriaci battono nel turno d’andata dell’Alpe Adria Cup il Lasko 73-67, in attesa della partita di ritorno in programma oggi (mercoledì) in Slovenia. In campionato, invece l’Arkadia batte il Furstenfield in un’importante gara in chiave playoff (85-66). Decisivo in entrambe le partite l’italo-argentino Fabricio Vay autore di 20 punti contro il Lasko e 31 contro il Furstenfield.
Nonostante questa vittoria la compagine di Gresta rimane al settimo posto, ma si porta a -2 dal quinto posto occupato proprio dal Furstelnfield.

In attesa degli ottavi di Europe Cup, lo Spirou Charleroi di Bastianini, strapazza il Mons-Hainaut per 80-61 grazie ai 35 punti combinati del solito duo Richardson-Shepherd. Agli ospiti, privi di Delas, passato ad Agropoli, non bastano i 15 di Mann. Con questo successo lo Spirou vola al terzo posto compiendo un passo importantissimo in chiave playoff.

stoudemire hapoelVittoria e passaggio del turno in Eurocup per l’Hapoel Jerusalem allenato da coach Pianigiani. Gli israeliani, trascinati dai 23 punti di Kinsey e l’ormai consueta doppia doppia di Stoudemire (12+11), battono il Lietuvos Rytas (84-77) e festeggiano con una giornata di anticipo i quarti di finale della seconda competizione continentale.
In campionato, la formazione capitolina compie un autentico colpaccio sconfiggendo il Maccabi Tel Aviv 74-63 ottenendo così la l’undicesima vittoria stagionale. Da segnalare i 24 punti di Stoudemire e i 20 di Jerrells.

Per un allenatore italiano che festeggia il passaggio del turno, ce n’è uno che saluta mestamente la competizione. Si tratta del Cedevita di Gianmarco Pozzecco, che con la sconfitta contro il Valencia (71-58) viene eliminato dall’Eurocup rendendo inutile l’ultimo match contro l’Unicaja Malaga. Nelle altre due partite della settimana i croati battono in campionato l’Osijek 70-98 (22 punti per Musa e 20 per Shurna) e il Mornar Bar in Lega Adriatica per 74-79 (19 Boatright, 12 James).

Settimana amara anche per Molin che con l’Unics subisce due pesanti sconfitte contro Olympiacos e Tsmoki-Minsk. In Eurolega i russi vengono agganciati dall’Olimpia Milano e vedono allontanarsi sempre più la zona playoff, ora distante 6 punti. In Lega Adriatica la sconfitta, come detto, arriva per mano del Tsmoki-Minsk dopo un supplementare (87-85). I bielorussi, nonostante i 32 punti di Langford grazie a un ottimo gioco corale che porta ben 5 uomini in doppia cifra riesce a compiere un’autentica impresa che le permette di salire all’undicesimo posto in classifica.

Settimana di riposo per Reali, Asiedu, Tuni e Pasquali.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.