Italiani in Erasmus: super Fenerbahce e Rangers, impresa di Gresta a Gmunden!

Home Rubriche

datome italia
Settimana perfetta per il Fenerbahce di Gigi Datome capace di vincere tutte le partite di questa settimana. I turchi infatti hanno fatto bottino pieno in Eurolega grazie alle vittorie contro Unics e Galatasaray per poi battere in campionato il modesto Usak. Contro l’Unics di coach Molin, il Fenerbahce grazie ai 18 punti di Datome riesce nel quarto periodo a resistere agli attacchi della truppa russa guidata da un Parakhouski da 21 punti e 9 rimbalzi e ottiene così la dodicesima vittoria stagionale. La tredicesima poi non tarda ad arrivare e dopo meno di 48 ore, i vice campioni in carica,  sconfiggono nel derby turco il Galatasaray per 85-80, a cui non bastano i 21 di Schilb. Nella partita contro il Gala, Datome ha realizzato 14 punti conditi da 6 rimbalzi.
In campionato, invece come detto, la compagine alleata da Obradovic ha sconfitto agevolmente per 98-89 l’Usak confermandosi in testa alla classifica (per Datome 7 punti in 14′).

Una vittoria e due sconfitte per il Baskonia di Andrea Bargnani. Nella due partite di Eurolega i baschi hanno ottenuto una sconfitta (69-87 contro la Stella Rossa) e una vittoria (79-83 contro il Barcellona) rimanendo così stabili in zona playoff. In campionato, invece il Baskonia è stato sconfitto proprio dai catalani per 84-92 grazie un Tyrese Rice da 17 punti e 8 assist. Bargnani nelle tre partite settimanali ha giocato totalmente solo 30′ realizzando rispettivamente 2, 6 e 4 punti.

Doppia sconfitta in Eurolega e vittoria in campionato per Niccolò Melli e Andrea Trinchieri con il Brose Basket Bamberg. La compagine tedesca incappa nella terza e quarta sconfitta consecutiva nella massima competizione continentale . La prima sconfitta settimanale arriva per mano del Real Madrid (89-91), che con i 50 punti combinati di Llull e Carroll ottiene la quattordicesima vittoria stagionale in Eurolega (poi gli spagnoli hanno ottenuto la vetta della classifica grazie alla vittoria contro l’EA7). Due giorni dopo Melli e compagni si sono arresi all’Olympiacos (83-77), nonostante un ottimo gioco corale che ha permesso ai tedeschi di portare 5 uomini in doppia cifra. Nelle due partite di Eurolega Melli ha realizzato 11 e 14 punti, catturando anche rispettivamente 6 e 4 rimbalzi.
Nella partita di campionato, vinta 68-96 contro il fanalino di coda Vechta, l’ex Olimpia Milano ha realizzato 5 punti in 16′.

Due vittorie e una sconfitta invece per il Panathinaikos di Alessandro Gentile. I “verdi”, nonostante un Gentile da 2 punti in 14′ battono il Barcelona per 71-65 ottenendo l’undicesima vittoria nella competizione. Contro la sempre più sorprendente Stella Rossa Belgrado, invece, il Panathinaios subisce il nono stop (72-66) e anche in questa partita l’apporto dell’ex Milano è pressoché nullo dati gli 0 punti e 6 rimbalzi in 11′.
Il 30 gennaio, un K.C. Rivers da 26 punti regala al Panathinaikos la vittoria nel derby contro l’Olympiacos (72-59) che vale la vetta della classifica in coabitazione proprio con i “rossi”. Solo 2′ per Gentile che chiude la sua partita con un solo fallo commesso.

Andrea Tuni
Andrea Tuni

Grandissimo colpo per i Glasgow Storm che battono i secondi in classifica dell’Edinburgh Kings per 85-79 dopo due tempi supplementari in una partita al cardiopalma. Andrea Tuni chiude il suo match con 5 punti (0/2 TL, 1/3 T2, 1/1 da 3) recuperando un pallone importantissimo che vale il secondo overtime. Con questa vittoria gli Storm salgono al quinto posto in classifica con due gare ancora da recuperare.

Non si ferma la marcia del Trelleborg di Jeremy Asiedu che vince anche contro l’Alvik Basket (98-84) e si conferma in piena corsa per la promozione nella massima serie svedese. I 32 punti di Ndiaye e i 19 di Fitzgerald regalano al Trelleborg la quarta vittoria nel raggruppamento.

Continua a vincere il Lugano di Nicola Brienza, capace di battere, 62-70 il Lausanne con Eric Williams (13+11) sugli scudi. Con questa vittoria i ticinesi agganciano lo Starwing, fermato dal Monthey, al quinto posto in classifica.

Seconda vittoria consecutiva per il Massagno allenato da coach Pasquali che supera 82-67 il  Swiss Central e raggiunge così la compagine di coach Eric al settimo posto in graduatoria. Da segnalare, nelle file del SAM, i 24 punti di Day e i 19 di Niles. Le due stelle del Massagno si confermano così rispettivamente quinto e quarto miglior marcatore del campionato.

Dopo il ko della settimana scorsa torna alla vittoria Gigio Gresta con l’Arkadia Traiskirchen battendo il Gmunden 81-69. Come confermato dallo stesso coach pesarese, l’Arkadia era da ben 8 anni che non vinceva contro il Gmunden e pertanto è entrato già nella storia del club austriaco con quella che può definirsi un’autentica impresa. Ora la compagine austriaca si trova al settimo posto in classifica con 16 punti gli stessi del Vienna, che però ha una gara in più.

Doppia vittoria per lo Spirou Charleroi che trionfa sia in Champions League che in campionato. I belgi, allenati da Bastianini, chiudono con un successo (92-87 contro lo Szolnoki Olaj) l’ostico girone di Champions League e si preparano così ad affrontare nel migliore dei modi l’ottavo di finale di Europe Cup contro Nanterre. In campionato arriva invece la facile vittoria contro il Leuven (72-92), grazie ai 37 punti di Richardson e Radenovic e salgono al quinto posto in classifica in coabitazione con Kangoeroes, Brussels e Mons-Hainaut.

pozzeccoTre partite anche per il Cedevita Zagabria di Pozzecco che ottiene prima una netta vittoria in Eurocup contro l’Alba Berlino (99-83, 20 punti di Bilan e 19 di James), poi in Lega Adratica (89-78 all’Igokea) e in campionato (106-85 contro l’Hermes Analitica, 31 punti e 8 assist di Rogic).

Una sconfitta e due vittorie per l’Hapoel Jerusalem di Simone Pianigiani che dopo un inizio di stagione piuttosto anonimo prova a rialzare definitivamente la china. In Eurocup gli israeliani hanno battuto 97-81 lo Zenit San Pietroburgo con Amar’e Stoudemire autore di 26 punti con 9 rimbalzi e 10 falli subiti. In campionato, invece è arrivata prima la vittoria contro il Maccabi Ashod (75-67), poi la sconfitta contro l’Hapoel Holon (79-85)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.