Ivanovic e Stojanovic guidano l’Orlandina e affondano Caserta

Serie A Recap

BETALAND CAPO D’ORLANDO – PASTA REGGIA CASERTA 74-71

(15-17, 21-19, 21-17, 17-18)

image

QUINTETTI

CDO: Ivanovic, Diener, Stojanovic, Iannuzzi, Delas

CAS: Giuri, Bostic, Diawara, Putney, Watt

ASSENZE

Per i padroni di casa da registrare l’assenza (fino alla fine della stagione) di Janis Berzins, mentre Caserta arriva a questo match dopo la settimana che ha sancito la fine del rapporto con Sosa.

STATO DI FORMA

La Betaland vanta una striscia attiva di tre vittorie consecutive, e conquistando altri due punti agguanterebbe (momentaneamente) la Reyer Venezia al terzo posto in classifica. Dall’altro lato Caserta, dopo un ottimo avvio di stagione, sta vivendo un periodo infernale caratterizzato da due vittorie negli ultimi dodici incontri disputati. La Pasta Reggia, da quando i siciliani sono tornati nella massima serie, non è mai riuscita a violare il PalaFantozzi.

LA GARA

image-1L’inizio di gara vede i padroni di casa abbastanza superficiali e gli ospiti ne approfittano portandosi, con un canestro di Watt, sul 5-11. Con il passare del tempo la Betaland entra in ritmo e subito impatta (11-11) costringendo Caserta al primo timeout. La prima frazione di gioco termina con la compagine campana avanti di due punti (15-17). Da segnalare i 6 punti di Iannuzzi da una parte, e i due falli di Putney e Gaddefors dall’altra. Il ritmo della gara resta blando anche nel secondo quarto fino alla tripla di Ivanovic (24-23). La partita si accende ma resta molto equilibrata fino alla sirena che segnala l’inizio dell’intervallo lungo (36-36). Degni di nota sono i 17 liberi segnati dai siciliani, i 13 punti di Ivanovic, le 19 palle perse totali e i 10 punti di Putney. Il match è sempre equilibrato ma diventa più spettacolare e, con una schiacciata di Watt, Caserta è avanti di sei punti (38-44). Drake Diener avverte il momento difficile e reagisce portando i suoi in vantaggio (45-44). Ivanovic sostituisce Diener e subito realizza da oltre l’arco (52-49). Il punteggio, dopo trenta minuti di gioco, è fissato sul 57-53. Sono 16 i punti di Ivanovic e 14 quelli di Watt. Tepic prova a rompere l’equilibrio con la sua prima tripla e con un assist ad Archie (62-53). Berisha realizza tre bombe consecutive e Caserta si ritrova sotto di tre (68-65). Bostic, a 93 secondi dalla fine, prima conquista e poi realizza due tiri liberi (68-67). Dall’altra parte Stojanovic realizza da oltre l’arco (71-67). Watt realizza da dentro l’area (71-69). Ivanovic a 17 secondi dalla sirena finale non sbaglia dalla lunetta (73-69) e chiude il match. Il punteggio finale sancisce la vittoria dei siciliani con un margine di soli tre punti (74-71).

LA SVOLTA DELLA PARTITA

La tripla di Stojanovic a poco più di un minuto dalla fine che ha dato ai padroni di casa due possessi di vantaggio (71-67).

MIGLIORI IN CAMPO

CDO: Ivanovic 22 punti e 6 falli subiti con 6/12 dal campo.

CAS: Berisha 16 punti (5/8 al tiro), 3 palle recuperate e 15 di valutazione.

PEGGIORI IN CAMPO

CDO: Laquintana 5 punti in 16 minuti di gioco.

CAS: Cinciarini 2 punti, 2 palle perse e 3 falli commessi in 13 minuti di gioco.

TABELLINI: 

Capo d’Orlando: Delas 2, Ivanovic 22, Tepic 8, Diener 5, Stojanovic 10, Archie 8, Iannuzzi 14, Laquintana 5.

Caserta: Cinciarini 2, Berisha 16, Johnson, Bostic 7, Diawara 4, Giuri 10, Watt 16, Gaddefors 2, Putney 14.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.