ja morant

Ja Morant espulso “per colpa” di una tifosa, poi la videochiama e la rassicura

Home NBA News

Questa notte è successo qualcosa di molto singolare durante la partita tra Memphis Grizzlies e Oklahoma City Thunder. Alla fine del secondo quarto, Ja Morant si è visto fischiare il suo secondo fallo tecnico per aver alzato due pollici verso una tifosa seduta il prima fila. La stella di Memphis è stata espulsa.

La tifosa in questione si chiama Lisa, è una grande fan di Morant che vive ad OKC. Per questo il gesto di Morant non era di certo polemico nei suoi confronti, ma è stato travisato da uno degli arbitri. Anche mentre usciva dal campo, Morant ha alzato il pollice all’indirizzo della tifosa, poi una volta nello spogliatoio ha videochiamato suo padre, seduto anche lui in prima fila, e si è fatto “passare” Lisa. In una breve videochiamata su FaceTime, Ja Morant ha voluto rassicurare Lisa: non è colpa tua, ma sono gli arbitri che sono scarsi. Un bellissimo gesto da parte della point guard dei Grizzlies.

Dopo la partita, l’arbitro John Gamble ha negato di aver espulso Morant per il gesto verso la tifosa. Secondo l’ufficiale di gara, il giocatore avrebbe fatto dei commenti poco lusinghieri sull’arbitraggio, dichiarazione alla quale Morant ha risposto con una foto inequivocabile. “Cap”, il senso dell’immagine, uno slang per dire che l’arbitro stava in realtà mentendo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.