Jalen Green sceglie la G-League al posto del college: pronta una squadra apposta per lui

Home NBA News

Jalen Green ha preso una decisione che era già nell’aria, ma che ora che è stata resa ufficiale è destinata a cambiare per sempre il cammino di molti prospetti NBA del futuro. Il ragazzo, proiettato verso la prima chiamata assoluta al Draft 2021, chiamato a scegliere il college per la prossima stagione ha invece deciso che giocherà in G-League.

Questa scelta era già stata fatta in passato da Darius Bazley, attuale giocatore dei Thunder, salvo poi ripensarci. Green ha finito il suo percorso alla Prolific Prep Academy e aveva offerte da tutti i principali college americani: la sua scelta è stata presa sia perché in G-League percepirà uno stipendio, sia perché avrà più facilmente addosso gli occhi della NBA e potrà confrontarsi con uomini già formati, sia tecnicamente che fisicamente.

La G-League, dal proprio canto, ha deciso di formare una squadra apposta per l’occasione: dalla prossima stagione le squadre che parteciperanno alla Lega di sviluppo saranno infatti 30, come le franchigie NBA. Alle 28 attuali si aggiungeranno quella già annunciata che avrà sede in Messico e un’altra squadra a Los Angeles, che accoglierà proprio Green come principale stella. Ovviamente, diversamente che per i suoi colleghi, il classe 2002 potrà poi candidarsi al Draft e venire scelto. Come riportato da Shams Charania, il suo stipendio si aggirerà intorno al mezzo milione di dollari e avrà la possibilità di firmare accordi di sponsorizzazione, cosa che non gli sarebbe stata permessa in NCAA.

Ma non finisce qui: la scelta di Green ha già avuto la sua influenza, scatenando un effetto-domino. Un altro 5-star recruit come Isaiah Todd, che aveva scelto Michigan, ci ha ufficialmente ripensato e ha deciso che seguirà le orme del collega, firmando in G-League per la stessa squadra nel Sud della California.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.