harden

James Harden: “Mi scuso coi Rockets per il mio comportamento, ma ho dovuto farlo”

Home NBA News

Dopo ormai un mese dalla trade che lo ha portato ai Brooklyn Nets, James Harden si è per la prima volta scusato con gli Houston Rockets per il proprio comportamento poco professionale negli ultimi mesi in Texas, quando ormai era parso chiaro che il suo futuro sarebbe stato altrove.

In un’intervista a Rachel Nichols di ESPN, Harden ha chiesto scusa ai Rockets ma ha dichiarato che quanto fatto è stato “necessario” per ottenere ciò che voleva, ovvero essere scambiato ai Nets.

Non mi è piaciuto per niente come sono andate le cose [negli ultimi mesi a Houston, ndr]. Non è così che sono fatto. Tutti quegli extra, le cose negative. È successo. Penso che sarebbe potuto succedere in maniera più semplice, ma è andata così.

Se tornando indietro mi comporterei diversamente? Non penso. Non volevo mancare di rispetto, non volevo essere egoista. Credo che il front office sapesse bene la mia idea e ciò che desideravo. Mi scuso per come sono andate le cose, ma ho dovuto comportarmi così perché potessi andare a giocare dove volevo. Dobbiamo dare credito a Houston, non dovevano necessariamente scambiarmi a Brooklyn, potevano cedermi a qualsiasi altra squadra. Ma è andata nel migliore dei modi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.