Jasikevicius: “Parlare con Toronto mi ha migliorato come uomo e coach. Barcelona? Non saranno piaciute le mie idee”

Eurolega Home NBA

Sarunas Jasikevicius, coach dello Zalgiris Kaunas, ha rilasciato una lunga intervista a il Mundo Deportivo dove ha parlato dei contatti con i Toronto Raptors e con Barcelona.

TORONTO

“Ho avuto un’esperienza molto positiva con Toronto, sono venuti in Lituania per parlarmi. La verità è che mi hanno aperto gli occhi. È stata la mia prima chiacchierata con una franchigia NBA e ne sono rimasto affascinato. Pochi giorni dopo le Final Four è arrivata la chiamata di Masai Ujiri e in dieci giorni erano lì per parlarmi e capire le mie idee. Dopo due settimane hanno deciso di firmare Nick Nurse ma è stata un’esperienza indimenticabile per me. È passato molto tempo da quando non parlavo a persone con una visione così inusuale, è stato incredibile, penso di essere migliorato come persona e allenatore solo parlando con loro. Mi hanno colpito. Non me l’aspettavo, non pensavo che l’opportunità sarebbe arrivata così presto”.

BARCELONA

“Volevano parlare e dopo la Final Four ho detto: “vai avanti, vai a parlare con il tuo agente e vedi se arriviamo a qualcosa”. E non hanno fatto il passo successivo. Non mi hanno fatto nessuna offerta, non mi hanno fatto alcuna proposta. Abbiamo solo parlato delle mie idee, di come penso che la squadra e la struttura dovrebbero essere. Evidentemente, non hanno gradito le mie idee. Ho parlato di più con il Barça quest’anno perché Nacho Rodriguez è lì e siamo amici da molto tempo. Ma davvero non so chi prende le decisioni lì”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.