Jerry Colangelo: “Per le Olimpiadi ci ricorderemo di chi era qui con noi e chi invece si è tirato indietro”

Home Nazionali World Cup 2019

Jerry Colangelo, testa di USA Basketball, è sembrato visibilmente amareggiato per il cammino di Team USA in questa FIBA World Cup, che ha visto gli americani incappare in due KO consecutivi contro Francia e Serbia e chiudere, se vinceranno la prossima partita domani, al massimo al settimo posto. Soprattutto grazie alla mancanza di reali avversarie nel proprio Continente, comunque, gli Stati Uniti sono state una delle squadre a strappare il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Nel basket americano, le Olimpiadi sono considerate il torneo più importante, molto al di sopra del Mondiale. Anche per questo motivo molte stelle NBA hanno preferito prendersi quest’estate di pausa, per poi probabilmente ripresentarsi tra un anno in Giappone e tentare l’assalto all’ennesimo oro. Colangelo ha però gettato qualche ombra su questo possibile scenario durante un’intervista all’Associated Press:

Posso dire solo una cosa. Non si può fare a meno di notare e ricordarsi di chi pensavi venisse in guerra al tuo fianco e invece non si è fatto vedere. Sono un fermo credente del fatto che devi giocare con le carte che ti vengono date. Tutto quello che potevamo fare, e che abbiamo fatto, era ricevere garanzie da tanti giocatori. Quindi con quelle premesse, a ragione sentivamo di poter costruire una rappresentativa molto forte da schierare in campo. Nessuno si sarebbe aspettato tutte le rinunce che abbiamo avuto.

In futuro, come USA Basketball, avremo bisogno della collaborazione delle squadre e degli agenti, ci deve essere comunicazione faccia-a-faccia con i giocatori per rendere più solide le loro promesse. Sono ansioso di vedere quanti giocatori si faranno avanti molto presto per manifestare il desiderio di giocare con la Nazionale. Ma farò un annuncio: si tratta equamente di chi forse non vogliamo e chi invece vogliamo.

Parole che lasciano poco spazio ad interpretazioni: il peggior Mondiale della storia degli USA lascerà delle scorie che potrebbero avere un peso quando, tra un anno, si dovranno stilare le convocazioni per Tokyo 2020.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.