Jerry Colangelo su Carmelo Anthony: “Gli voglio bene, ma in Nazionale sarebbe stato una distrazione”

Home Nazionali World Cup 2019

Carmelo Anthony, per la prima volta dal 2014, non parteciperà ad una competizione internazionale con Team USA. Il giocatore è ancora free agent dopo il taglio della passata stagione e nelle ultime settimane si è parlato molto di lui, senza che però tutto ciò si traducesse nella chiamata di una franchigia NBA.

‘Melo non è mai stato preso in considerazione da Gregg Popovich per il Mondiale, nonostante il passato di successo con la Nazionale che lo ha portato a diventare il miglior marcatore della storia di Team USA, oltre che a vincere tre medaglie d’oro olimpiche. Jerry Colangelo, numero uno di USA Basketball, ha parlato proprio di Anthony in un’intervista con The Athletic, dichiarando che sarebbe stato una “distrazione” per la squadra se fosse stato convocato.

Capisco perché il suo agente stia lavorando in questo modo, vuole metterlo in vetrina e offrigli un’altra occasione. Ma l’unico modo in cui Anthony potrà essere soddisfatto è ricevendo una chiamata in NBA, con un’altra squadra: recentemente è stato aggressivamente sui media, facendo sapere alla gente: “Sento di poter ancora giocare. Ho bisogno solo dell’opportunità, bla bla bla”. Per noi [in Nazionale, ndr] sarebbe stato più una distrazione che altro, e ne abbiamo discusso. Dobbiamo concentrarci sulla squadra. Abbiamo un gruppo di nuovi giocatori e rimarremo fedeli a questo gruppo. Quando inserisci un elemento diverso, perdi qualcosa in ogni caso. E’ stato questo il motivo. Non c’è niente contro Carmelo, io gli voglio bene. Ma penso che non sarebbe stata una cosa sana per il nostro programma al momento.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.