Jimmy Butler contro TJ Warren anche sui social: “Non puoi marcarmi, ci vediamo a marzo”

Home NBA News

Ieri notte i Miami Heat hanno vinto agilmente contro gli Indiana Pacers, tanto che la loro stella Jimmy Butler ha potuto giocare solo 28′, realizzando 14 punti con un solo errore al tiro. Butler ha comunque avuto il tempo di sfiorare una rissa con TJ Warren, dopo che il giocatore dei Pacers nel terzo quarto lo aveva trattenuto durante una penetrazione a canestro: nel mezzo dell’azzuffata Butler ha urlato all’avversario “Fai f**********e schifo!”.

Non è però finita lì, perché poco dopo i due sono stati protagonisti di un altro scambio in seguito ad un fallo in attacco di Butler. Warren e la panchina dei Pacers si sono messi ad applaudire ironicamente, e il giocatore di Miami ha indirizzato loro dei baci mentre l’avversario veniva espulso per doppio tecnico:

Conclusa la gara, Butler è stato interrogato dai giornalisti sulla rivalità nata con Warren, e l’ex Sixers si è espresso come al solito con molta sicurezza e schiettezza: “Penso che per lui sia una situazione difficile, perché io posso marcarlo mentre lui non riesce a marcare me. E’ tutto qui alla fine dei conti. Ma come ho già detto, deve stare attento in certe situazioni. Certe c*****e che non puoi dire come uomo. Deve vedermi la prossima volta, perché penso che quel che ha detto sia stato davvero irrispettoso. Io non ho paura di nessuno. Warren non è nemmeno nel mio stesso c***o di campionato, non ci va nemmeno vicino. E se allenassi Indiana non lo metterei mai a difendere su di me, mai più. Mettete qualcun altro”.

Ma non solo, Butler ha mandato anche un messaggio sui social, pubblicando su Instagram lo screen del calendario NBA con cerchiata in rosso la prossima sfida tra Miami e Indiana, in programma il 20 marzo. Il giocatore ha poi scritto: “TJ Warren, non essere arrabbiato, non puoi marcarmi. Ci rivediamo a marzo”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.