Joel Embiid su Ben Simmons: “Vorrei che mi aiutasse iniziando a tirare da tre punti”

Home NBA News

Ben Simmons in questa stagione, la terza di fatto in NBA, è stato convocato per la prima volta all’All Star Game. Ad oggi il playmaker dei Philadelphia 76ers è uno dei migliori giocatori della Lega, tuttavia ha una macchia difficilmente cancellabile: il non saper tirare dalla lunga distanza. È ben noto quanto raramente Simmons tiri da tre punti: solo 23 volte in 3 stagioni da professionista, e i centri ovviamente sono ancora meno, appena 2.

Questo perché la maggior parte di questi 23 tiri sono arrivati in condizioni nelle quali l’australiano era costretto a tirare, col tempo che stava per scadere, invece che in situazioni nelle quali Simmons pianificava coscientemente la conclusione. Nonostante si parli di questo punto debole da quando è entrato in NBA, il giocatore sembra non aver mai provato davvero a superare quello che appare come un blocco psicologico di cui si sono accorti tutti, i suoi compagni in primis. Joel Embiid, stella dei Sixers, ne ha parlato con ESPN:

Io e Ben abbiamo avuto diverse conversazioni, soprattutto quando si tratta del tiro. Simmons può aiutarmi molto, e io penso di averlo aiutato molto col suo gioco. La gente continua a dirmi che dovrei smetterla di andare a tirare da tre, ma lo faccio perché Ben è un grandissimo penetratore, attacca il ferro, anche grazie a me che lo aiuto aprendogli l’area. Mi piacerebbe che facesse lo stesso per me, iniziando a tirare da tre. Ma so anche quanto sia un disagio per lui.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.