Joseph Tsai, proprietario di Alibaba, acquista i Brooklyn Nets per una cifra record

Home NBA News

I Brooklyn Nets diventano ufficialmente la franchigia più pagata nella storia dello sport americano. Nei prossimi giorni Joseph Tsai, fondatore del sito di e-commerce Alibaba, completerà i versamenti necessari per ottenere il 100% delle quote dei Brooklyn Nets per una cifra totale di 2.35 miliardi di dollari.

Tsai aveva già acquistato il 49% dei Nets nel 2018 con la clausola di rilevare il restante 51 entro il 2021. Adesso però il co-fondatore del cosiddetto “Amazon cinese” ha deciso di accelerare i tempi e verserà il restante nelle prossime settimane, sostituendo Mikhail Prokhorov come proprietario della franchigia. In questo modo la valutazione complessiva dei Nets arriverà a 2.35 miliardi la valutazione complessiva della franchigia, superando il record di Tilman Fertitta per l’acquisto dei Rockets nel 2017 e i 2.2 miliardi spesi da una cordata (guidata da Michael Rubin ma di cui fa parte anche lo stesso Tsai) per assumere il controllo dei Carolina Panthers di NFL.

Da oggi Tsai non solo è “NBA Governor” di Brooklyn e dell’affiliata in G League (i Long Island Nets) ma anche Chairman of the Board of Directors” del Barclays Center. Per ottenere il controllo dell’impianto, infatti, il magnate cinese ha dovuto aprire ulteriormente il portafogli, sborsando altri 700 milioni per un investimento totale che supera i 3 miliardi di dollari. Per il momento il nuovo proprietario non avrebbe in mente alcuna modifica all’assetto dirigenziale, né dal punto di vista sportivo né manageriale.

Nel 2010 Prokhorov comprò l’80% dei Nest ed il 45% delle quote del Barclays Center per un totale 223 milioni, dopo meno di un decennio ha rivenduto il tutto a un prezzo circa dieci volte superiore.

Tsai, invece, aumenta il suo peso nel mondo dello sport americano e in particolare nel basket. L’imprenditore, infatti, vanta interessi nei Panthers, nel lacrosse e dal Gennaio di quest’anno anche nelle New York Liberty, team della WNBA.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.