Kenny Smith: “Altro che alette, Lou Williams è andato al club per gambe e cosce”

Home NBA News

È ormai noto quanto accaduto settimana scorsa a Lou Williams, sorpreso via social in un night club di Atlanta mentre aveva ricevuto un permesso dalla NBA per uscire dalla “bolla” e presenziare al funerale del nonno. Il giocatore dei Los Angeles Clippers ha detto fin da subito di essersi recato nel locale per ritirare del cibo d’asporto, in particolare delle alette di pollo che il Magic City, questo il nome del club, cucinerebbe in maniera davvero prelibata.

La versione ha convinto un po’ tutti, anche la NBA che alla fine ha assegnato a Williams “solo” 10 giorni di quarantena su un massimo di 14: non Kenny Smith, che durante la trasmissione Inside The NBA ha commentato in maniera goliardica l’accaduto. “Ha provato a fregare tutti dicendo che è andato lì per le alette. Altro che alette, è andato lì per le gambe e per le cosce!” ha esclamato l’ex giocatore dei Rockets, scatenando l’ilarità dei suoi colleghi.

Nei giorni scorsi Williams si era già lanciato in un litigio via Twitter con Kendrick Perkins, che ne aveva criticato il comportamento.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.