Kobe Bryant: “In Italia non pensavo al denaro, ora sto bene e questi Lakers sono da playoffs”

Home NBA News

La stella dei Los Angeles Lakers Kobe Bryant si trova attualmente in Cina per una sua personale tournèe asiatica ed è stato contattato telefonicamente da Marc J. Spears, noto insider NBA per Yahoo! Sports: il Mamba ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni per quanto riguarda il futuro suo e dei suoi Lakers.

– Il tuo GM Mitch Kupchack ha lasciato intendere che questa sarà la tua ultima stagione, confermi?

Non abbiamo ancora messo nero su bianco e ne ho già parlato in precedenza: potrebbe essere l’ultima stagione? Sicuramente. E’ dura decidere, è veramente dura prendere certe decisioni. Ho parlato con altri giocatori che mi hanno detto: “Kobe, quando arriverà il momento, lo saprai”.
E’ molto semplice: o mi piace ancora giocare e affrontare tutto quello che comporta oppure no, io cerco sempre di ridurre le cose ai minimi termini. O ho voglia di giocare ancora o no, semplice. Penso comunque che questa decisione la prenderò alla fine della stagione, è difficile decidere prima dell’inizio della regular season.

– Come stai fisicamente e che differenza c’è tra il tuo fisico adesso rispetto a come stavi un anno fa?

Il mio corpo sta bene, mi sento bene… la parte inferiore del mio corpo sta bene, è solida, non ci sono limiti in ciò che posso fare. Il mio corpo e le mie gambe sono estremamente solide ed in salute, questa è la grande differenza. Per la parte superiore, sto facendo pesi e cose simili, ma la differenza maggiore rispetto all’anno scorso è che le mie gambe stanno molto, molto bene.
Sottopongo il mio corpo a tutti questi sforzi perchè sono pazzo, amo giocare e mi diverto.

– L’estate prossima potrebbero venirti offerti un’enorme quantità di soldi, questo potrebbe spingerti a continuare a giocare?

Zero, zero. Per nulla. Non ho mai giocato per i soldi. Non mi hanno mai impressionato. I soldi vanno e vengono, ho una mia visione personale del denaro; la mia famiglia sta bene, sono in salute e siamo finanziariamente a posto e ciò è già una grande benedizione. Quando mi allacciavo le scarpe durante la mia infanzia in Italia non pensavo al denaro, non avevo idea di quanto Magic o Bird potessero guadagnare, giocavo solo perchè mi piaceva.

– Cosa pensi dello stato dei Lakers al momento? Pensi possiate raggiungere i playoffs?

Stiamo costruendo qualcosa di importante per il futuro: abbiamo innanzitutto scelto bene al draft con D’Angelo Russell e Julius Randle l’anno passato, poi ci siamo mossi ottimamente nella free agency, Hibbert, Bass e Lou Williams sono dei giocatori molto solidi. Abbiamo un ottimo mix tra giovani e veterani, la vera sfida è trovare il giusto equilibrio tra le due componenti. La nostra crescita dipende da quella di Julius e D’Angelo, oltre a quella di Clarkson, che ha già dimostrato di poterci dare una grossa mano. Non vedo l’ora di giocare con questi giovani.
I Playoffs sono assolutamente alla nostra portata, abbiamo giocatori pieni di talento in ogni posizione. Dobbiamo ancora scoprire i nostri maggiori punti di forza e le nostre debolezze ed ogni volta che scenderemo in campo dovremo mostrare i primi e nascondere le seconde.

  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “Kobe Bryant: “In Italia non pensavo al denaro, ora sto bene e questi Lakers sono da playoffs”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.