Kobe Bryant non contento dei Lakers, critica Chris Kaman per la “dormita” contro i Cavs

Home

Partiamo dal principio: settimana scorsa i Los Angeles Lakers non hanno colto grandi successi, ma hanno vinto contro i Cleveland Cavaliers pur rimanendo con quattro giocatori attivi (Robert Sacre è rimasto sul parquet con 6 falli, ogni fallo dei giallo-viola era fischiato quindi come fallo tecnico). In quella partita, che non ha spiccato per spettacolarità, dopo l’espulsione per falli, Chris Kaman si è sdraiato in panchina per fare quello che poi il giocatore ha definito “stretching”. Si sa però, il web è impietoso e con tutti i social network, Twitter in primis, la foto di Kaman steso in panchina ha fatto il giro del mondo, lasciando spazio anche a numerose parodie, di cui trovate qui un esempio:

wake

 

I Lakers sono ancora privi di Kobe Bryant, che assiste a tutte le partite dei compagni da fuori perchè infortunato. Il Black Mamba ha però dichiarato a ESPN di non essere contento del lavoro dei compagni e ha avuto anche parole critiche nei confronti di Chris Kaman, per il fatto raccontato sopra. Queste le parole di Kobe:

Quella scorsa è stata una settimana terribile per noi, la partita contro Cleveland è stata pazzesca. E poi [Chris] Kaman si è messo a dormire in panchina. E’ come quando il fratello maggiore non è presente, gli altri iniziano a fare pazzie. E’ stata dura, è stata dura.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.