Kristaps Porzingis: “College di Divison II cercarono di reclutarmi tramite Facebook”

NBA News

Il reclutamento degli atleti da parte dei migliori college americani è sempre qualcosa di serio. Non soltanto i ragazzi, per gli anni che rimangono all’università, danno prestigio in campo sportivo all’ateneo, ma gli stessi ne giovano in quanto a visibilità per la propria carriera da professionisti.

Kristaps Porzingis, insieme a Karl-Anthony Towns il miglior rookie di quest’anno, non ha vissuto il periodo di formazione al college, bensì in Europa: al Siviglia. Il lungo lettone non ha mai destato troppo interesse nei college americani quando era ancora un ragazzino, ma qualche offerta gli è pervenuta, come confessato da lui stesso al New York Daily News. Gli atenei che lo contattavano non facevano però parte della Division I, il massimo campionato collegiale americano, ma della Division II e il tentativo di reclutamento non avveniva con inviti, visite alle strutture e quant’altro, ma tramite un messaggio su Facebook.

“E’ stato divertente” – ha raccontato Porzingis – “Ho ricevuto due o tre offerte. C’era un coach che mi scriveva ‘Voglio che giochi per noi, siamo in Division II”. Il lettone ha saggiamente deciso di giocare ad alti livelli nel Vecchio Continente, anche se questo non gli ha risparmiato i fischi dei tifosi dei Knicks la notte del Draft. Fischi che, ormai, sono solo un lontano ricordo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.