Kuzminskas attacca l’Olimpia: “A fine stagione ognuno per la propria strada, nemmeno un saluto”

Home Serie A News

L’avventura di Mindaugas Kuzminskas a Milano sembra essere giunta al capolinea: il suo contratto scadrà tra 2 giorni e nessuna delle due parti pare essere intenzionata a continuare il rapporto, durato due stagioni con la conquista di uno scudetto ed una supercoppa italiana.

Kuzminskas si trova ora in Lituania e sembra vicino al ritorno in patria per vestire la maglia dello Zalgiris: durante un talk show lituano presentato dal comico locale Mantas Katleris, l’ala ex New York Knicks si è espresso con parole non proprio positive rispetto all’ultima stagione passata a Milano: “Abbiamo deluso le aspettative, ma i risultati negativi non sono arrivati casualmente: l’anno scorso ho incontrato il presidente della società durante un momento difficile della stagione sottoponendogli il problema che gli italiani presenti a roster avevano troppo poco spazio, è fondamentale avere dei giocatori locali importanti in squadra, come ad esempio avviene nello Zalgiris, che creano un bel gruppo nello spogliatoio. Alcune volte non abbiamo fatto sedute di analisi video perché alcuni giocatori non volevano. Noi stranieri ci sentivamo dispersi a Milano: per esempio non ci sono mai state cene comuni, se non raramente, non ci siamo mai trovati da nessuna parte al di fuori del campo. Anche dopo la fine della stagione non ci siamo salutati, appena scesi dall’autobus ognuno ha preso la propria strada. Questo non dovrebbe succedere. Sono contento dell’arrivo di Messina a Milano perchè potrebbe cambiare la cultura del club“.



  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.