L’Italia è un rullo compressore: Filippine schiacciate e finale col Canada

Nazionali

Italia – Filippine 106-70

(40-7, 64-23, 88-50, 106-70)

belinelli italiaL’italia batte le Filippine e raggiunge in finale il Canada, che aveva superato nel pomeriggio la Cina. Gli Azzurri rendono tutto troppo semplice, spazzando via fin da subito le velleità delle Filippine, sospinte dal pubblico numericamente superiore rispetto a quello azzurro. L’11-0 nei primi 2 giri di orologio non lascia scampo agli asiatici, e quando gli ospiti trovano il primo canestro (acclamato dalla folla come un gol) sono passati già 5 minuti e l’ Italia è a quota 22. Di lì in avanti la forbice si allunga fino al 40-7 del 10′. I ragazzi di Messina aggrediscono fin dalla rimessa dal fondo i portatori avversari, forzando palle perse, e rendono poi impenetrabile l’area. E se a questa difesa si unisce un’ottima circolazione in attacco, gli azzurri volano all’ intervallo sul rassicurante 64-23. Il punteggio come sempre in queste occasioni è di relativa utilità, perciò il CT azzurro dopo la pausa lunga continua a ruotare tutti gli effettivi e a richiedere ai suoi un’alta intensità di gioco. Gallinari e Belinelli rispondono presenti e l’Italia continua a veleggiare sui 40 punti di margine. Ma un naturale rilassamento difensivo permette alle Filippine di trovare il ritmo per la prima volta nella partita, con gli asiatici che limitano i danni al 30′ sul 88-50. L’ ultimo quarto però si trasforma nel più classico dei garbage time, con anche le Filippine che rallentano i ritmi e le seconde linee dell’ Italia che conducono senza sussulti al finale 106-70.

Una vittoria che certifica la forza dell’ Italia quando gioca concentrata, con l’enorme potenziale a disposizione di Messina che si esprime al meglio distruggendo le Filippine. Un avversario sicuramente non all’ altezza degli azzurri, ma che rientra nel lotto delle squadre ancora a caccia di un pass per Rio e sottolinea ancora una volta la qualità del roster tricolore. In una serata di gloria per tutti, si distinguono dal gruppo i soliti noti, con Gallinari MVP (20), seguito a ruota da Belinelli (11) e Aradori (14). Tutti gli altri hanno portato acqua al mulino azzurro nei minuti spesi sul parquet, a parte Della Valle, Cinciarini e Abass che hanno faticato ad entrare in partita nonostante l’avversario. Ora sotto con il Canada quindi, per affrontare un test più probante.

blatche-screamItalia: Abass 7, Poeta n.e., Belinelli 11, Aradori 14, Gentile 8, Melli 3, Gallinari 20, Bargnani 6, Cusin 4, Datome 8, Cervi 8, Cinciarini 4, Hackett 7, Della Valle 6

Filippine: Blatche 21, Romeo 10, Ray Parks jr. 1 , Tenorio 0, Chan 2, William 9, Abueva, Norwood, Reyes 0, Fajardo 2, Pingris 4, Rosario 10, Aguilar 3, De Ocampo 3

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.