La battaglia del Forum se l’aggiudica Milano, ma Trieste festeggia comunque i play-off

Home Serie A News

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – ALMA TRIESTE 93 – 88

(14-22; 39-21; 14-22; 26-23)

Al Forum di Assago si sono affrontate l’Olimpia Milano e la Pallacanestro Trieste per l’ultima giornata della stagione regolare della Serie A. Una partita alla quale i meneghini, già sicuri della prima piazza, non avevano nulla da chiedere, ma che per i giuliani poteva, invece, significare moltissimo. Alla fine a spuntarla sono stati proprio i padroni di casa, che non hanno regalato nulla all’Alma, la quale, nonostante la sconfitta riesce, però, comunque a qualificarsi ai play-off da settima in classifica, grazie ai risultati degli altri campi. Milano affronterà, dunque, Avellino nella post season, mentre Trieste se la vedrà contro Cremona. Il protagonista del match per i milanesi è Della Valle con 21 punti, mentre ai giuliani non bastano i 27 punti di Peric e i 18 di Wright per espugnare il parquet milanese.

Trieste parte a bomba con un parziale di 9-0 firmato Sanders-Peric. Milano resta a guardare e l’Alma segna anche il +11 con Mosley in schiacciata. Tocca allora a Micov e Brooks svegliare l’Olimpia, ma gli ospiti restano sempre avanti con Strautins e Wright (+8). Poi ancora il duo Micov-Brooks riporta sempre più sotto i padroni di casa fino al -3, ma nel finale del primo periodo Peric e Dragic rimettono otto punti tra l’Alma e l’Armani. Nel secondo quarto, però, l’Olimpia torna nuovamente a farsi pericolosa: Nunnaly e Della Valle riportano prima Milano a -1 e poi ci pensa Tarczewski con l’inchiodata a firmare il primo vantaggio meneghino. Knox dalla lunetta rimette subito avanti Trieste, ma Della Valle sempre dalla linea della carità ristabilisce il +1 Olimpia. L’Alma ci prova ancora con Da Ros, però ora è Milano ad avere in mano l’inerzia del match, tanto che Cinciarini e Kuzminskas allungano il vantaggio fino al +6. I giuliani però non mollano e tornano ancora sotto fino al -2 con Wright protagonista, anche se Della Valle risponde presente. Tocca allora a Peric tenere botta per l’Alma, ma per l’Armani c’è ancora una volta Kuzminskas. Ecco che ora la partita si fa intensissima, con le due squadre che si rispondono colpo su colpo, fino a quando Fontecchio non spariglia le carte in tavola e con sei punti in fila ri-allunga per l’Olimpia. Knox e Dragic cercano di contenere il danno, ma Jerrels  si mette in proprio e nel finale si scatena per il +10 che chiude il primo tempo. Si va quindi al riposo sul punteggio di 53-43.

Peric e Wright non bastano a Trieste per vincere a Milano, ma i play-off arrivano lo stesso.

Al rientro in campo Fernandez segna subito cinque punti in fila e riavvicina Trieste. Tocca poi a Peric infilare anche la tripla che vale il -2, ma Brooks non ci sta e l’Olimpia rimette presto sei punti di vantaggio tra se e gli avversari. Burns segna poi anche il +8, mentre l’Alma ora ha le polveri bagnate. Ci pensano allora Sanders e Wright a far tornare in partita Trieste (-3), ma Cinciarini tiene a distanza Milano con il canestro del nuovo +5. Peric illude gli ospiti con due giocate delle sue e li trascina a -1, però il 4-0 di parziale firmato Della Valle-Kuzminskas ristabilisce le distanze. L’Alma, tuttavia, nel finale del quarto concede solo due punti ai padroni di casa, ritornando prepotentemente ad un solo punto di distacco, grazie a uno strepitoso Wright. Si torna poi sul parquet per l’ultima frazione. Jerrels e Kuzminskas hanno ancora sete e impongono subito il nuovo +8 per l’Olimpia. Knox e Wright provano a tenere vive le speranze di Trieste, ma Della Valle infila quattro canestri di seguito e Milano resta sempre avanti. L’Alma, però, è dura a morire, così Da Ros prima e poi il solito Wright tengono gli ospiti a -4. Ancora una volta, però, il numero 00 dell’Olimpia ricaccia lontano gli ospiti, ma Wright piazza subito la tripla del -3 che tiene viva la fiamma della rimonta. Micov e compagni non si sbilancano e reagiscono subito per il +8, mentre Peric e Sanders provano a limitare i danni. Così, nonostante i canestri di Cinciarini e Brooks, Trieste rimane a -5, restando aggrappata con le unghie e con i denti alla partita. Mosley accorcia ancora di più le distanze con una magia delle sue (-3), ma Micov si mette in proprio e chiude i conti segnando il canestro decisivo che vale il +5. Manca solo un minuto e mezzo al termine e la gara di fatto finisce qui, nonostante i giuliani non mollino fino all’ultimo. La partita termina quindi con il punteggio di 93-88.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO: 

De Capitani 0, Micov 11, Della Valle 21, Tarczewski 3, Cinciarini 12, Brooks 10, Jerrels 9, Burns 6, Fontecchio 4, Nunnaly 4, Kuzminskas 4;

Coach: Simone Pianigiani

ALMA TRIESTE: Da Ros 5, Wright 18, Peric 27, Sanders 13, Mosley 7, Coronica 0, Knox 8, Cavaliero 0, Dragic 3, Fernandez 5, Strautrins 2, Cittadini ne;

Coach: Eugenio Dalmasson

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.