La città di San Francisco vieta gli assembramenti, la prossima gara degli Warriors sarà a porte chiuse

Home NBA News

Ieri notte i Golden State Warriors hanno avuto la certezza matematica di non fare i Playoffs, dopo la sconfitta contro i Los Angeles Clippers. Per la franchigia è ora arrivata un’altra brutta notizia: come riportato dal San Francisco Chronicle, la città di San Francisco ha vietato, a causa del pericolo coronavirus, gli assembramenti di più di 1.000 persone.

Questa nuova disposizione metterà dunque in crisi la NBA e gli Warriors, la cui arena, il Chase Center, ha una capienza di oltre 18.000 posti. In questi istanti è stato annunciato che Golden State giocherà la prossima gara interna contro Brooklyn a porte chiuse.

Già ieri, a quanto pare, un comitato cittadino aveva chiesto alla franchigia addirittura di cancellare le proprie future partite per evitare rischi di contagio: richiesta che gli Warriors avevano rispedito al mittente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.